ALIMENTARE I CORALLI – MANTENERE SANI I TUOI INVERTEBRATI DI ACQUA SALATA

Se vuoi mantenere in salute la tua vasca di acqua salata o di barriera corallina, devi imparare le basi dell’alimentazione dei coralli. Senza i nutrienti adeguati, i tuoi coralli moriranno lentamente. Mantenere in salute un acquario di barriera corallina può essere molto difficile, soprattutto se non hai una conoscenza di base di come si nutrono i coralli. Proprio come qualsiasi altra creatura vivente, i coralli richiedono una dieta sana ed equilibrata per prosperare e crescere. Sfortunatamente, c’è una grande quantità di disinformazione là fuori riguardo alle abitudini alimentari dei coralli: è solo negli ultimi anni che la ricerca scientifica ha rivelato le vere abitudini alimentari di queste creature. Se sei seriamente intenzionato a mantenere un serbatoio di acqua salata sano, è importante imparare non solo come si nutrono i coralli, ma che tipo di cibo richiedono. Se non fornisci ai tuoi coralli i nutrienti adeguati, non riusciranno a prosperare.

Idee sbagliate comuni

Gli appassionati di acquari moderni sono molto più istruiti riguardo alla cura degli invertebrati di acqua salata rispetto a un decennio fa. Una volta si credeva che i coralli non avessero bisogno di nutrirsi, che possedessero organismi interni per la produzione di cibo chiamati zooxantelle che rendevano non necessario nutrirli nella vasca di acqua salata. Per molti anni si è ritenuto che la maggior parte delle specie di corallo fossero autotrofe, richiedendo solo luce per sopravvivere. Studi recenti, tuttavia, hanno dimostrato che i coralli devono essere nutriti proprio come qualsiasi altra creatura di acqua salata. A causa di questo malinteso, molte specie di corallo sono state etichettate come difficili da mantenere perché avevano la tendenza a morire lentamente nel tempo, a causa della fame.

Leggi anche  Granchi eremiti in serbatoi di acqua salata

Un altro malinteso riguardo alle abitudini alimentari dei coralli è che i coralli polipo grandi sono alimentatori più attivi rispetto ai coralli polipo piccoli. Poiché i grandi coralli polipo mostrano tentacoli più grandi o più lunghi rispetto ai loro cugini più piccoli, si presume spesso che ottengano una percentuale maggiore della loro nutrizione quotidiana dal cibo che galleggia rispetto alle alghe zooxantelle che producono loro stessi. Recenti scoperte suggeriscono, tuttavia, che i piccoli coralli polipo in realtà si nutrono in modo più aggressivo dei coralli grandi. Per coltivare i coralli nella tua vasca di acqua salata, devi comprendere le abitudini alimentari delle specie particolari che intendi coltivare in modo da poter provvedere ai loro bisogni nutrizionali.

Come si nutrono i coralli

La maggior parte delle specie di corallo sono mixotrofiche, il che significa che utilizzano metodi di alimentazione sia eterotrofi che autotrofi. Gli organismi eterotrofi sopravvivono in gran parte con l’alimentazione attiva, assorbendo i nutrienti dall’ambiente mentre gli organismi autotrofi producono il proprio cibo utilizzando la luce solare come energia per sintetizzare il processo. Potresti non rendertene conto solo guardandoli, ma una parte significativa del corpo della maggior parte dei coralli è dedicata alla raccolta e all’assorbimento del cibo. Potresti non rendertene conto solo guardandoli, ma i coralli hanno una morfologia molto complessa progettata per catturare lo zooplancton dall’acqua circostante.

L’aspetto autotrofico della maggior parte delle specie di corallo coinvolge la produzione di zooxantelle che forniscono ai coralli la maggior parte del loro fabbisogno energetico giornaliero; tuttavia, sono necessarie vitamine e sostanze nutritive aggiuntive per mantenere i coralli sani. I nutrienti essenziali come proteine, lipidi e carboidrati sono necessari per costruire nuovo tessuto. Diversi tipi di coralli derivano questi nutrienti da varie fonti. La maggior parte delle specie di corallo sono in realtà carnivore, si nutrono di vari copepodi, chaetognath e larve prodotti all’interno della barriera corallina stessa. I coralli molli come zooantidi e gorgonie, d’altra parte, sopravvivono in gran parte di fitoplancton, nonché di detriti e plancton galleggiante. Un’altra importante fonte di cibo per i coralli è il batterioplancton, i batteri che si trovano nei detriti e in altri detriti organici.

Leggi anche  FORMARE UNA SQUADRA DI PULIZIA NEL TUO ACQUARIO DI ACQUA SALATA

Suggerimenti per nutrire i coralli

Nutrire i coralli non è così semplice come nutrire i pesci d’acquario di acqua salata. Mentre puoi nutrire i pesci spruzzando alcuni fiocchi o pellet sulla superficie della vasca, nutrire i coralli richiede un po’ più di sforzo. La prima cosa che dovresti fare è ricercare le particolari specie di corallo che hai nel tuo acquario in modo da poter coltivare una comprensione delle loro esigenze nutrizionali. Alcune specie di corallo preferiscono diversi tipi di cibo e se inietti semplicemente una vasta gamma di fonti di cibo nella tua vasca, la parte non consumata potrebbe avere un effetto negativo sulla qualità dell’acqua in termini di aumento dei livelli di nitriti e nitrati.

Molti appassionati di acquari marini scelgono la strada di offrire i loro cibi per pesci che anche i loro coralli potranno mangiare: molti grandi coralli polipo, ad esempio, probabilmente consumeranno piccoli pezzi di krill, gamberetti e vongole oltre al fitoplancton. Non solo i coralli consumeranno questo tipo di cibo, ma otterranno anche nutrienti dall’acqua della vasca poiché i pesci d’acquario digeriscono il loro cibo ed espellono i rifiuti. L’alimentazione indiretta è il mezzo attraverso il quale i coralli assorbono i composti organici disciolti direttamente dall’acqua della vasca: questo metodo di alimentazione è particolarmente comune nei coralli di piccole dimensioni che non possono consumare grandi quantità di cibo.

Oltre a offrire i tuoi cibi per pesci d’acqua salata che i tuoi coralli mangeranno, puoi anche acquistare cibi commerciali progettati per i coralli. Cerca prodotti come neve marina (un materiale composto da batterioplancton) e colture di rotiferi oltre al fitoplancton vivo. Potresti anche essere in grado di inventare la tua miscela di cibo per coralli frullando gamberetti, vongole, krill, cibi commerciali e verdure fresche fino a ridurla in purea al punto in cui i piccoli coralli polipi potranno mangiarla.

Leggi anche  Pesci pagliaccio nell'acquario della barriera corallina

Coltivare un acquario di barriera è un’esperienza incredibilmente impegnativa ma gratificante. Se vuoi vedere i tuoi coralli prosperare, faresti bene a ricercare le loro abitudini alimentari in modo da poter provvedere ai loro bisogni nutrizionali.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Popular

More from author

Spotlight sul Wolf Cichlid

Il Wolf Cichlid è una specie grande e aggressiva ma crea un'opzione perfetta per un serbatoio di show. Continua a leggere per saperne...

Gli hobbyists dell’acquario aiutano a risparmiare 30 specie dall’estinzione

Il commercio di animali domestici ottiene un brutto rap per sfruttare gli animali selvatici ma a volte il contrario è vero. Gli hobbisti...

I sorprendenti benefici per la salute di un acquario domestico

in tempi stressanti, avere un acquario domestico potrebbe essere un vantaggio. Continua a leggere per conoscere i primi 6 benefici per la salute...

Acquario Pesce News: Bill ha introdotto per limitare la raccolta di pesci dell’acquario

L'industria dell'acquario dell'acqua salata prende milioni di pesci da oceani in tutto il mondo ogni anno. È stata introdotta una nuova fattura per...