COME MODIFICARE IL PH IN UN SERBATOIO DI ACQUA SALATA

Il livello di pH nel tuo acquario di acqua salata è incredibilmente importante per la salute e la vitalità del tuo acquario. Se il pH scende troppo o raggiunge picchi troppo alti, i tuoi pesci potrebbero stressarsi e ammalarsi – di conseguenza potrebbero anche morire. Indipendentemente dal fatto che tu sia un principiante o un esperto hobbista di acquari, probabilmente hai sentito parlare del l’importanza del pH in un acquario marino. Mantenere un livello di pH stabile è essenziale per mantenere sani i tuoi pesci ed è qualcosa che dovresti tenere d’occhio attraverso i test dell’acqua di routine. Nel caso in cui il pH nel tuo acquario cambi, dovresti avere una conoscenza di base di come modificare il pH dell’acquario di acqua salata in modo da poter rimediare alla situazione prima che i pesci possano essere influenzati negativamente dal cambiamento.

Cos’è il PH?

Il pH dell’acquario è semplicemente una misura di quanto sia acida o alcalina l’acqua nel tuo acquario. Il pH è tipicamente misurato su una scala da 0 a 14, dove 7,0 è un pH neutro. Tutti i livelli di pH inferiori al neutro sono descritti come acidi mentre i livelli superiori a 7,0 sono alcalini. Un acquario di acqua salata dovrebbe generalmente essere mantenuto a un pH compreso tra 7,6 e 8,4, ma il pH specifico consigliato per il tuo acquario può dipendere dalle specie che hai nel serbatoio. Se stai mantenendo un acquario di barriera, il livello di pH consigliato potrebbe essere effettivamente più alto, tra 8,0 e 8,4. L’intervallo di pH ideale per la tua vasca dipenderà dalle specie di pesci, coralli e invertebrati presenti nella vasca, quindi dovresti eseguire alcune ricerche di base sugli abitanti della vasca per determinare il pH migliore per la tua vasca particolare.

Leggi anche  Guida per mantenere anemoni in un serbatoio della barriera corallina

Cause dei cambiamenti di PH

Nel tempo, il tuo acquario di acqua salata tenderà a un pH più basso man mano che gli acidi vengono aggiunti all’acquario. Questi acidi possono derivare da un’eccessiva produzione di anidride carbonica derivante dalla respirazione o da una mancanza di sufficiente scambio di gas all’interno del serbatoio. Altre cause di pH basso possono includere l’accumulo di acido nitrico dalla filtrazione biologica e la produzione di acidi organici dai prodotti di scarto metabolici. L’acqua di mare naturale contiene una varietà di sostanze chimiche come bicarbonato, calcio, borato e idrossido che agiscono come “tampone” per proteggere dai cambiamenti di pH. Nell’acquario marino, queste sostanze chimiche devono essere mantenute affinché il serbatoio abbia un pH stabile. Nel tempo, questi tamponi possono consumarsi, il che potrebbe contribuire ai cambiamenti nel pH dell’acquario.

Modificare il pH dell’acquario

Il metodo migliore per garantire la stabilità del pH è eseguire cambi d’acqua di routine: questi cambi d’acqua rinfrescheranno i tamponi naturali nell’acqua dell’acquario e aiuteranno anche a ripristinare il contenuto di minerali in tracce. Rimuovere i rifiuti accumulati e il cibo per pesci non consumato aiuterà anche a mantenere stabile il pH nel tuo acquario. Nel caso in cui il pH del tuo acquario scenda improvvisamente, ci sono diversi modi per rimediare alla situazione. L’aggiunta di bicarbonato di sodio (bicarbonato di sodio) al serbatoio alla velocità di un cucchiaino per venti galloni è un modo semplice per aumentare il pH dell’acquario, ma è meglio farlo lentamente in modo che i tamponi nel serbatoio abbiano il tempo di adattarsi al nuovo pH.
Se il pH della vasca diventa troppo alto, puoi provare ad aggiungere aceto o anidride carbonica nella vasca. L’aggiunta di un ml di aceto bianco distillato per gallone di acqua del serbatoio contribuirà a ridurre il pH nel serbatoio di circa 0,3 unità. Un’altra opzione è quella di aggiungere anidride carbonica direttamente nel serbatoio utilizzando acqua gassata in bottiglia. L’aggiunta di sei ml di soda per gallone di acqua del serbatoio può anche ridurre il pH di circa 0,3 unità. Potresti anche essere in grado di trovare aiuti commerciali per aumentare o abbassare il pH dell’acquario, ma dovresti stare attento quando usi questi prodotti perché non sai mai come l’aggiunta di sostanze chimiche influirà sul tuo acquario.

Leggi anche  COME AFFRONTARE IL GHIACCIO MARINO NELL'ACQUARIO DI ACQUA SALATA

Ammoniaca e pH

Probabilmente conosci già i pericoli associati agli alti livelli di ammoniaca in acquario, ma sapevi che esiste una relazione tra i livelli di ammoniaca e il ph? Se sei scettico sull’importanza di mantenere un pH stabile nel tuo acquario, prenditi il ​​​​tempo per leggere come l’ammoniaca diventa ancora più tossina nell’acquario a livelli di pH più alti. Anche la più piccola quantità di ammoniaca (fino a 0,6 ppm) può essere fatale per i pesci, ma la tossicità dell’ammoniaca diventa ancora più pericolosa quando i livelli di pH superano i 6,5. Fare riferimento alla tabella seguente:

Temperatura pH 6.5 pH 7.0 pH 7,5 pH 8.0 pH 8,5
68°F/20°C 0.13 0.40 1.24 4.82 11.2
27°F/25°C 0,18 0,57 1.77 5.38 15.3
82°F/28°C 0.22 0.70 2.17 6.56 18.2
30°C/86°F 0.26 0,80 2.48 7.46 20.3

Come puoi vedere dal grafico sopra, l’ammoniaca diventa più concentrata e tossica a livelli di pH più alti: l’aumento della temperatura influenzerà anche la tossicità dell’ammoniaca nell’acqua del serbatoio. Per il bene dei tuoi pesci, mantieni il livello di pH nel tuo acquario il più stabile possibile per evitare l’avvelenamento da ammoniaca.

Suggerimenti aggiuntivi

Per garantire che il serbatoio dell’acqua salata funzioni correttamente, è consigliabile eseguire test dell’acqua su base settimanale. Il test dell’acqua dell’acquario è reso semplice dall’uso di un kit per il test dell’acqua dell’acquario: questi kit in genere costano meno di $ 20 per l’acquisto e puoi trovarli online o presso il tuo negozio di animali locale. Quando si esegue il test dell’acqua nel serbatoio, controllare i livelli di pH e chimica, quindi registrare i risultati su un diario. Tenendo un diario dei risultati del test sarai in grado di determinare i livelli di chimica “normale” per il tuo acquario, così avrai maggiori probabilità di notare se la chimica dell’acqua nel tuo acquario inizia a cambiare. Poiché i cambiamenti nella chimica dell’acqua possono essere estremamente pericolosi per i pesci, è importante sapere che aspetto ha la normale chimica dell’acqua.

Leggi anche  Specie di corallo principianti: coralli a bassa luce

Conclusione

La chiave per mantenere i pesci dell’acquario di acqua salata felici e in salute è mantenere un ambiente sano dell’acquario. Il livello di pH e altri aspetti della chimica dell’acqua nel tuo acquario sono alcuni dei fattori più importanti per mantenere un ambiente sano dell’acquario, quindi è essenziale comprendere le basi del pH e come modificarlo. Nel caso in cui il pH nella tua vasca cambi improvvisamente, sarai in grado di agire per rimediare alla situazione prima che abbia un impatto negativo sui tuoi pesci.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Popular

More from author

Spotlight sul Wolf Cichlid

Il Wolf Cichlid è una specie grande e aggressiva ma crea un'opzione perfetta per un serbatoio di show. Continua a leggere per saperne...

Gli hobbyists dell’acquario aiutano a risparmiare 30 specie dall’estinzione

Il commercio di animali domestici ottiene un brutto rap per sfruttare gli animali selvatici ma a volte il contrario è vero. Gli hobbisti...

I sorprendenti benefici per la salute di un acquario domestico

in tempi stressanti, avere un acquario domestico potrebbe essere un vantaggio. Continua a leggere per conoscere i primi 6 benefici per la salute...

Acquario Pesce News: Bill ha introdotto per limitare la raccolta di pesci dell’acquario

L'industria dell'acquario dell'acqua salata prende milioni di pesci da oceani in tutto il mondo ogni anno. È stata introdotta una nuova fattura per...