Mantenimento e allevamento mandarini

Mandarinfish sono una piccola e colorata specie di pesci d’acquario d’acqua salata. Leggi di più per imparare come prendersi cura di questi pesci nell’acquario domestico. Calza L’acquario dell’acqua salata può essere una sfida semplicemente perché ci sono così tante opzioni tra cui scegliere. Ci sono migliaia di specie di pesce d’acquario salato e nuove specie vengono scoperte ogni anno. Quando si seleziona il titolo per il tuo serbatoio è necessario pensare al particolare tipo di ambiente del serbatoio che intendi coltivare – alcune specie preferiscono ambienti di barriera corallina mentre altri preferiscono il nuoto aperto. Poiché i requisiti del serbatoio variano così tanto da una specie all’altra, a volte è una buona idea iniziare con una specie e progettare il serbatoio attorno a quella specie, trovando compagni di serbatoi compatibili lungo la strada. Se scegli di andare con questa opzione, il mandarino è una grande specie da iniziare. Non solo questi pesci sono incredibilmente colorati, macchiati da tonalità vibranti, ma in realtà sono abbastanza resistenti nell’acquario domestico. I mandarini non sono grandi in modo che possano essere coltivati ​​nei tradizionali serbatoi di acqua salata e dei serbatoi nano. Questa specie è una delle specie più popolari vendute nell’hobby dell’acquario di acqua salata e per una buona ragione – sono una gioia da mantenere e portano una spruzzata di colore al serbatoio della barriera corallina. Se ti piace il suono di questi piccoli pesci, leggi di più per imparare come tenerli e riprodurli a casa. A proposito di Mandarinfish. Il mandarino ( Pterosynchiropus Splendidus ) è noto da un certo numero di soprannomi, tra cui il mandarino Dragonet, Ghiotto del Mandarino, Mandarinfish e pesci psichedelici. Il nome psichedelico è derivato dalla colorazione bizzarra esibita da questa specie. I mandarini hanno tipicamente un corpo blu o verde-meno ornato con strisce ondulate ondulate e bordi blu brillante sulle pinne. Sebbene siano simili nell’aspetto alle gambe e sono, infatti, a volte chiamate gusci del mandarino, questi pesci appartengono a una famiglia diversa dal nome dei Dragoni. Questi pesci sono originari delle Filippine e dell’Australia occidentale dove possono essere trovati a vivere in gruppi o coppie sui fondi sabbiosi tra barriere coralline. Questi pesci rimangono abbastanza piccoli, in genere crescendo a una lunghezza massima di circa 3 pollici, il che li rende una scelta popolare per i serbatoi di Nano Reef. Non solo il pesce mandarino rimane piccolo, ma sono anche abbastanza pacifici nel serbatoio di casa. I maschi della specie, tuttavia, combatteranno se più di un maschio è tenuto nello stesso serbatoio. Oltre ad essere pesci pacifici, i mandarini sono anche molto attivi e sembrano essere resistenti alle certe malattie del pesce dell’acquario come Ich. La caratteristica più unica di questi pesci è, ovviamente, la loro insolita colorazione. Requisiti e cura del serbatoio Se fai qualche ricerca di base sui pesci mandarini troverai opinioni diverse riguardo alla loro durezza nell’acquario domestico. In molti casi, coloro che etichettano il mandarino sono difficili da mantenere a causa delle loro rigide abitudini alimentari. Sotto le giuste condizioni, tuttavia, il pesce mandarino può essere molto resistente e non particolarmente difficile da mantenere. Sebbene i pesci mandarini rimangono piccoli, richiedono una dimensione minima del serbatoio di 55 galloni – è necessario un grosso serbatoio per coltivare una popolazione sufficiente dei piccoli organismi del pesce mandarino come mangiare. Il serbatoio dovrebbe essere istituito con un sacco di roccia dal vivo per fornire il pesce con luoghi da nascondere e, idealmente, substrato sabbioso che il pesce può scavare se vogliono. L’intervallo di temperatura ideale per questa specie è compreso tra 76 ° e 82 ° F. Sebbene possano essere resistenti, il pesce mandarino do meglio con una gravità specifica tra 1,023 e 1,026 e un DKH tra 8 e 12. L’ideale gamma di pH per il mandarino è di 8,1 a 8.4. Ancora una volta, il pesce mandarino può essere in grado di tollerare una leggera variazione delle condizioni del serbatoio, ma è essenziale mantenere un’elevata qualità dell’acqua e un corretto equilibrio nutrizionale per coltivare una popolazione sufficiente degli organismi mandarini del mandarino. Poiché i mandarini si trovano spesso in aree soggette a onde forti, molti hobbisti di acquario suggeriscono di preferire un serbatoio con una grande quantità di aerazione e flusso d’acqua. Il mandarino può essere molto lento e lento a volte, tuttavia, quindi è saggio disattivare l’aerazione durante i tempi di alimentazione in modo che il tuo pesce mandarino sia in grado di catturare la sua preda. Feeding Mandarinfish. Molti hobbisti di acquario hanno etichettato il mandarino tanto difficile da mantenere, semplicemente perché questa specie richiede una dieta molto specifica e possono essere abbastanza schizzinanti. I mandarini hanno bocche molto piccole, quindi devono mangiare cibi molto piccoli – questo significa anche che trascorrono gran parte della loro giornata foraggiante per il cibo. Poiché la maggior parte dei mandarini disponibili per il commercio dell’acquario è stato catturato, generalmente non accettano cibi commerciali. Nel corso del tempo, alcuni esemplari si adattano a una dieta commerciale ma molti mandarini non lo fanno mai. Alcuni pesci si rifiutano di mangiare tutto tranne il cibo che avrebbero trovato nel loro habitat naturale. In natura, mandarini mangimi su copepods e anfipods. I Copepod sono semplicemente piccoli crostacei acquatici che possono essere trovati nella maggior parte degli ambienti di acqua dolce e marini – queste creature si nutrono di alghe e sono un’importante fonte di cibo per molti pesci d’acquario di acqua salata. Gli anfipod sono un altro tipo di piccolo crostaceo che non ha carapace. Nel loro habitat naturale, il mandarino pascolano per questi alimenti per tutto il giorno in modo che siano più propensi a prosperare in un acquario che fornisce condizioni simili. Alcuni mandarini accettano gamberetti di salamoia o certi cibi surgelati come i coniaschi, ma non ogni esemplare lo farà. Un modo per assicurarsi che il tuo pesce mandarino abbia sempre una rifornimento pronto di cibo è creare un terreno di riproduzione per i copepods in un’area del serbatoio. Basta impilare un mucchio di rocce e, ogni pochi giorni, inserire un pezzo di gamberetti nella pila. Questa pila fornirà sia il cibo che i copepodi del riparo devono riprodursi nel tuo serbatoio. Informazioni sulla riproduzione Prima di poter pensare di riprodurre i tuoi mandarini devi imparare alcune delle nozioni di base. Il primo penso che devi imparare è come dire al tuo mandarino maschile a parte le femmine. Non solo i mandarini maschili tendono a crescere un po ‘più grandi delle femmine, ma possono anche sviluppare una colonna dorsale allungata e una pinna dorsale più grande. Per generare con successo il tuo pesce mandarino devi prima stabilire una coppia di riproduzione. Se hai già un maschio e una femmina nel tuo serbatoio potresti essere in grado di condizionarli per la deposizione delle uova – altrimenti potresti aver bisogno di acquistare una coppia accoppiata per aumentare le tue possibilità di successo. I mandarini sono stati generati con successo in cattività, ma tutto dipende dal creare le giuste condizioni. Per proteggere la frittura del tuo mandarino da altri pesci nel tuo serbatoio, è saggio creare un serbatoio di allevamento separato. Questo serbatoio deve essere impostato con condizioni simili al serbatoio principale in termini di chimica dell’acqua, ma non sono necessarie superfici aggiuntive di deposizione delle uova perché le uova semplicemente galleggeranno finché non si schiudono. La deposizione delle uova può effettivamente verificarsi tutte le volte come una volta alla settimana per diversi mesi in un periodo di tempo – il pesce mandarino è noto per generare tutto l’anno. Questa specie mostra la deposizione dei pelagici che significa semplicemente che la fecondazione avviene esternamente. In natura, la deposizione delle uova tipicamente avviene durante la notte in cui gruppi di pesci muscolari maschili e femminili raccolgono diversi piedi sopra la barriera corallina per spawn. Le femmine sono solo capaci di deporre le uova una volta in una data notte, ma i maschi sono noti per competere per i partner femminili disponibili. Allevamento in natura Un recente articolo pubblicato in National Geographic va in profondità dei rituali di accoppiamento del mandarino. Questi piccoli pesci mostrano un sistema sociale e di accoppiamento sorprendentemente strutturato e gli individui della specie sono stati visti per mostrare differenze di base di personalità da altri mandarini. Durante lo studio, i ricercatori hanno scoperto che i gruppi di 3 a 5 mandarini femminili si raduneranno entro 20 minuti dal tramonto, in attesa di un maschio per catturare il loro occhio. In questo momento, il Mandarinfish maschile mostrerebbe una varietà di comportamenti di corteggiamento finché non ha impugnato una femmina. Poi, la femmina riposava sulla pinna pelvica del maschio e nuota con lui a circa un metro sopra la barriera corallina a quel punto avrebbero rilasciato simultaneamente le uova e lo sperma. Un singolo uovo tipicamente misura tra 0,7 e 0,8 mm di diametro e sono generalmente incolori. La frizione media è composta da circa 200 uova che sono sferiche in forma e alla deriva intorno all’oceano fino a bocca aperta. All’inizio, le uova possono ammattersi insieme ma alla fine saranno separate dalla corrente. I mandarini adulti non presentano assistenza genitoriale dopo che la deposizione delle uova è avvenuta. Le uova tirano tipicamente entro 12 ore dopo la fecondazione e entro 36 ore, gli occhi e la bocca saranno già ben sviluppati. I mandarini giovanili assomeranno a copie in miniatura dei mandarini adulti dopo circa 2 settimane e, circa tre settimane, inizieranno a sviluppare l’iconica colorazione arancione e verde. Ci sono molte ragioni per cui potresti prendere in considerazione l’aggiunta di un mandarino o due al tuo serbatoio. Non solo questi pesci sono resistenti nell’acquario domestico e resistenti alla malattia parassitaria, ma aggiungono anche un pop di colore inaspettato al serbatoio. Non molte specie di pesce mostrano una combinazione vibrante di colori come il mandarino – blu brillante mescolato con arance, rossi e persino gialli. Se hai intenzione di mantenere il pesce mandarino nel serbatoio, prenditi il ​​tempo per imparare le basi su questa specie in modo da poter essere sicuri di fornire loro un ambiente di serbatoio adeguato. Più il tuo serbatoio assomiglia all’ambiente naturale del pesce che stai mantenendo, è probabile che il pesce più sano e più felice sia. E ricorda, quando i tuoi pesci sono felici, sarai anche felice.

Leggi anche  COME AFFRONTARE IL GHIACCIO MARINO NELL'ACQUARIO DI ACQUA SALATA

Popular

More from author

Spotlight sul Wolf Cichlid

Il Wolf Cichlid è una specie grande e aggressiva ma crea un'opzione perfetta per un serbatoio di show. Continua a leggere per saperne...

Gli hobbyists dell’acquario aiutano a risparmiare 30 specie dall’estinzione

Il commercio di animali domestici ottiene un brutto rap per sfruttare gli animali selvatici ma a volte il contrario è vero. Gli hobbisti...

I sorprendenti benefici per la salute di un acquario domestico

in tempi stressanti, avere un acquario domestico potrebbe essere un vantaggio. Continua a leggere per conoscere i primi 6 benefici per la salute...

Acquario Pesce News: Bill ha introdotto per limitare la raccolta di pesci dell’acquario

L'industria dell'acquario dell'acqua salata prende milioni di pesci da oceani in tutto il mondo ogni anno. È stata introdotta una nuova fattura per...