DIAGNOSI DEI PROBLEMI CON LE PIANTE IN ACQUARIO

Coltivare un fiorente acquario con piante può essere una sfida: questo articolo ti aiuterà a diagnosticare i problemi più comuni. Coltivare un fiorente acquario con piante può essere un’esperienza molto gratificante, ma molti appassionati di acquari sottovalutano il tempo e lo dedicano ci vuole per farlo bene. Non solo devi fornire alle tue piante vive molta luce e spazio per crescere, ma devi anche assicurarti che ricevano nutrienti adeguati. Come i pesci d’acquario, le piante vive non possono prosperare se non vengono soddisfatte tutte le loro esigenze di base. Sfortunatamente, molti appassionati di acquari non comprendono questi bisogni di base e, quindi, finiscono per avere problemi a mantenere in vita le loro piante.
Se speri di coltivare un acquario prospero, sarebbe utile familiarizzare con questi problemi comuni in modo da poterli evitare. Nel caso in cui riscontri uno di questi problemi nel tuo acquario, sarai ben attrezzato per gestirlo correttamente. In questo articolo riceverai una panoramica di alcuni dei problemi più comuni con le piante d’acquario d’acqua dolce e suggerimenti per porvi rimedio.

Le foglie delle piante diventano gialle

Le piante vive per acquari sono disponibili in una varietà di colori, ma il colore più comune è il verde: se le piante nel tuo acquario iniziano a ingiallire, potrebbe essere un segno che c’è un problema con le condizioni del tuo acquario. Come accennato in precedenza, le piante sono organismi fotosintetici che utilizzano la luce come fonte di energia per facilitare i processi biologici. Senza un’illuminazione adeguata, le piante da acquario vive non riusciranno a prosperare e potrebbero persino iniziare a ingiallire. Gli appassionati di acquari alle prime armi spesso sottovalutano i requisiti di illuminazione per le piante d’acquario e scoprono che, dopo aver introdotto le piante nel loro acquario, le foglie iniziano a ingiallire perché il loro ambiente precedente era ben illuminato.

Se le tue piante stanno diventando gialle, un’altra possibilità è che le piante nel tuo acquario non ricevano abbastanza nutrienti per facilitare una crescita sana. Se hai intenzione di tenere più di una o due piante vive nel tuo acquario, dovresti assolutamente considerare l’uso di un qualche tipo di fertilizzante sotto il tuo substrato per fornire nutrienti alle tue piante. Se hai solo poche piante, potresti provare a utilizzare piante fertilizzanti per radici per stimolare una crescita sana. Il substrato più comunemente consigliato da utilizzare con vasche piantumate è Eco-Complete. Questo substrato non solo contiene più di 25 minerali di cui le piante vive hanno bisogno per sopravvivere, ma contiene anche batteri benefici vivi per aiutare a trasformare gli scarti di pesce e il cibo per pesci non consumato in cibo utilizzabile per le piante.

Leggi anche  Usando un aspirapolvere in ghiaia nell'acquario domestico

Problemi con il tasso di crescita

Quando si tratta di problemi con il tasso di crescita delle piante d’acquario, ci sono due possibilità: le piante crescono troppo lentamente o troppo velocemente. Il più comune di questi problemi è il tasso di crescita lento ed è spesso dovuto alla mancanza di illuminazione adeguata, sostanze nutritive o anidride carbonica (CO2): queste sono le tre cose di cui le piante d’acquario hanno bisogno per prosperare . Esamina la configurazione che hai nel tuo acquario per determinare quale di questi tre fattori potrebbe essere il problema. Il tuo sistema di illuminazione fornisce almeno da 3 a 5 watt per gallone di luce a spettro completo? Hai uno strato di fertilizzante in atto sotto il substrato del tuo acquario? Qual è il livello di CO2 nel tuo serbatoio? Installare luci o fertilizzanti aggiuntivi sono entrambi abbastanza facili, ma aumentare il livello di CO2 nel serbatoio potrebbe comportare l’uso di un iniettore di CO2.
Dall’altro lato dello spettro c’è il problema delle piante d’acquario che crescono troppo rapidamente. Se hai troppe piante nel tuo acquario o se hai rifornito il tuo acquario con specie a crescita rapida, potrebbe non passare molto tempo prima che inizino a prendere il sopravvento. Avere un gran numero di piante nel tuo acquario non è necessariamente una cosa negativa perché manterrà alti i livelli di ossigeno nel tuo acquario, ma alla fine potrebbe sminuire l’aspetto del serbatoio e potrebbe limitare lo spazio di nuoto libero per i tuoi pesci. Per controllare la crescita delle piante dell’acquario, prova a potarle di tanto in tanto: puoi scartare le talee o trapiantarle altrove nel serbatoio. Prendi in considerazione la possibilità di sostituire le specie a crescita rapida con specie a crescita lenta o introdurre alcuni pesci che tendono a nutrirsi di piante d’acquario. Dovresti anche controllare la configurazione del tuo serbatoio per determinare se la tua illuminazione potrebbe essere più intensa del necessario. Potresti anche voler ridurre la quantità di cibo che offri ai tuoi pesci perché il cibo per pesci non consumato si accumulerà semplicemente sul fondo del serbatoio e fornirà nutrienti per alimentare la crescita eccessiva delle piante.

Leggi anche  CHE COS'È UN SERBATOIO NON FILTRATO E COME LO COLTIVANO?

Piante di copertura di alghe nere

Molti appassionati di acquari si trovano ad affrontare il problema delle foglie delle loro piante che diventano nere, ma alcuni non si rendono conto che il problema potrebbe non riguardare le piante stesse – potrebbe essere che le crescite scure di alghe abbiano coperto le foglie delle piante piuttosto che le foglie stesse che girano Nero. In casi come questo, il problema è spesso causato da un eccesso di fosfati nel serbatoio. I tre nutrienti essenziali per la crescita delle piante sono azoto, fosforo e potassio: se uno o più di questi nutrienti è disponibile in eccesso, potrebbe causare problemi.

In caso di fosfati in eccesso, la fotosintesi può avvenire a un ritmo più rapido del solito, il che potrebbe contribuire alla crescita eccessiva delle alghe. Livelli elevati di fosfati sono comuni in vasche mal tenute, specialmente quando i livelli di illuminazione dell’acquario sono mantenuti troppo bassi. La chiave per affrontare questo problema è eseguire un ampio cambio d’acqua e stabilire quindi un programma di manutenzione ordinaria. Sostituisci i tuoi mezzi filtranti su base mensile e sostituisci dal 15% al ​​20% del volume del tuo serbatoio una volta alla settimana. Questo dovrebbe aiutare a tenere sotto controllo i livelli di fosfato, limitando così la crescita di alghe nel tuo acquario e sulle tue piante vive.

Buchi nelle foglie

Se le tue piante iniziano a sviluppare piccoli fori nelle foglie che alla fine progrediscono fino alla disintegrazione totale della pianta, potresti avere a che fare con un caso di marciume della cripta. Questa malattia colpisce principalmente le piante appartenenti al genere Cryptocoryne, da cui il nome Crypt rot. In molti casi, questa malattia si sviluppa quando i parametri dell’acqua nel serbatoio cambiano troppo rapidamente: queste piante non si comportano bene con improvvisi sbalzi di temperatura, illuminazione o chimica dell’acqua. Anche se le tue piante sembrano morire completamente, finché le radici rimangono sane, le piante torneranno una volta che le condizioni nel serbatoio si stabilizzeranno. Per incoraggiare questo, eseguire cambi d’acqua regolari per mantenere un’elevata qualità dell’acqua nel serbatoio e cercare di mantenere i parametri dell’acqua il più stabili possibile. Se fai queste cose, le tue piante dovrebbero alla fine ricrescere.

Leggi anche  CORYDORAS Pesce gatto: alimentatore di fondo comunitario

Panoramica dei problemi dell’impianto

In molti casi, i problemi con le piante d’acquario sono facili da diagnosticare: usa la tabella qui sotto per diagnosticare rapidamente qualsiasi problema tu stia riscontrando nel tuo acquario:

Sintomi mostrati Causa probabile
Foglie che diventano gialle o rosse Carenza di azoto
Foglie che diventano marroni/nere, piante che muoiono Eccesso di fosfato
Vecchie foglie che sviluppano macchie gialle, nuove foglie gialle sui bordi Carenza di potassio
Foglie vecchie che sviluppano macchie gialle, vene che rimangono verdi Carenza di magnesio
Macchie gialle che si sviluppano su vene, margini e punte delle foglie Carenza di zinco
Piante che non crescono correttamente, depositi bianchi sulla nuova crescita Carenza di anidride carbonica
Foglie ingiallite dalla punta poi diventano trasparenti Carenza di ferro

Un acquario piantumato non è significativamente diverso da un acquario d’acqua dolce standard, ma ci sono alcune cose di cui devi essere consapevole se vuoi avere successo. Tieni presente che le piante sono organismi fotosintetici, il che significa che richiedono la luce come fonte di energia per sopravvivere. Senza un’illuminazione adeguata e nutrienti adeguati, le tue piante vive non prospereranno mai. Fai un favore a te stesso e ai tuoi pesci impostando correttamente il tuo acquario piantumato la prima volta, quindi avrai meno probabilità di riscontrare questi problemi comuni.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Popular

More from author

Spotlight sul Wolf Cichlid

Il Wolf Cichlid è una specie grande e aggressiva ma crea un'opzione perfetta per un serbatoio di show. Continua a leggere per saperne...

Gli hobbyists dell’acquario aiutano a risparmiare 30 specie dall’estinzione

Il commercio di animali domestici ottiene un brutto rap per sfruttare gli animali selvatici ma a volte il contrario è vero. Gli hobbisti...

I sorprendenti benefici per la salute di un acquario domestico

in tempi stressanti, avere un acquario domestico potrebbe essere un vantaggio. Continua a leggere per conoscere i primi 6 benefici per la salute...

Acquario Pesce News: Bill ha introdotto per limitare la raccolta di pesci dell’acquario

L'industria dell'acquario dell'acqua salata prende milioni di pesci da oceani in tutto il mondo ogni anno. È stata introdotta una nuova fattura per...