ELIMINARE L’AIPTASIA NEL TUO ACQUARIO REEF

Scopri l’aiptasia nell’acquario di barriera e come sbarazzartene. Ogni appassionato di acquari deve affrontare parassiti e problemi nell’acquario. Per gli acquari d’acqua dolce, i problemi principali sono le lumache e le alghe. Per gli acquari marini, i problemi maggiori sono gli “autostoppisti” che possono arrivare nella tua vasca attaccati a rocce vive o altre decorazioni. Nella maggior parte dei casi, non puoi vedere questi autostoppisti, quindi non ti rendi nemmeno conto che sono nella tua vasca finché non diventano un problema. Sfortunatamente, alcuni di questi autostoppisti possono essere dannosi per la tua configurazione della barriera corallina. Un esempio è l’Anemone di Aiptasia (noto anche come Anemone di vetro). Se hai tenuto un acquario di barriera per un certo periodo di tempo e hai acquistato molte rocce vive o frammenti di corallo, c’è un’eccellente possibilità che tu possa vedere alcune di queste creature ad un certo punto (se non l’hai già fatto)
Cosa sono gli Aiptasia?

Come è stato accennato, gli anemoni di Aiptasia sono anche conosciuti con il nome di anemoni di vetro. Se hai familiarità con gli acquari e gli abitanti della barriera corallina, potresti riconoscere il termine “anemone” dal tipo di organismo che ospita frequentemente i pesci pagliaccio. Allora perché l’Aiptasia è considerata un parassita? In realtà ci sono due risposte a questa domanda. Innanzitutto, l’Aiptasia possiede cellule urticanti e la tossina rilasciata da queste cellule urticanti è più potente di molti dei coralli tenuti in commercio. Pertanto, se altri coralli nel tuo acquario si avvicinano troppo a un anemone Aiptasia, inizieranno a recedere e si stresseranno. Se non sono in grado di allontanarsi abbastanza dall’Aiptasia, alla fine moriranno.
La seconda ragione per cui le Aiptasia sono considerate parassiti è perché si riproducono molto rapidamente, sono resistenti e possono presto invadere il tuo acquario. Anche se potrebbe sembrare fantastico avere un serbatoio pieno di anemoni, Aiptasia sembra piuttosto insipido e in realtà piuttosto inquietante (quasi come se ti dicessero che sono cattive notizie). Un modo in cui si riproducono è la lacerazione del pedale, il che significa che piccoli frammenti di tessuto vengono lasciati indietro quando si muovono. Questi piccoli frammenti di tessuto si trasformeranno quindi in campioni completi, il che rende incredibilmente difficile rimuoverli dal serbatoio.

Leggi anche  PREPARAZIONE DELL'ACQUA SALATA PER IL TUO SERBATOIO MARINO

Strategie di rimozione per Aiptasia

Il fatto che gli anemoni di Aiptasia lascino parti di se stessi mentre si muovono ci porta al nostro primo punto per sbarazzarci di Aiptasia: NON PROVARE A RASCHIARE O SCHIACCIARE UN’AIPTASIA PER UCCIDERE. Tutto quello che finirai per fare è creare un mucchio di frammenti di Aiptasia che poi si trasformeranno in anemoni pieni. In altre parole, accelererai la loro propagazione. Se non riesci a rimuovere fisicamente gli anemoni dal tuo acquario, potresti non sapere come sbarazzartene. Fortunatamente, la soluzione potrebbe essere più semplice di quanto pensi: gamberi alla menta!

L’unico modo migliore per rimuovere rapidamente Aiptasia dal tuo acquario è andare al tuo negozio di pesce locale e comprare un gambero alla menta. Questi piccoli gamberetti hanno un ENORME appetito per l’Aiptasia e sono considerati sicuri per la barriera corallina se acquisti la specie giusta. Ci sono in realtà diverse specie vendute sotto il nome di “gamberi alla menta piperita” nei negozi di pesce locali. Vuoi acquistare Lysmata wurdenmanni perché è sicuro per la barriera corallina. Le altre specie possono danneggiare i tuoi piccoli polipi e altri coralli, quindi è importante sapere di aver acquistato la specie giusta. Se sei davvero preoccupato che i tuoi gamberetti alla menta infastidiscano il tuo corallo, puoi lasciarne uno per un paio di giorni, fargli mangiare l’Aiptasia e poi riportarlo al negozio.
I gamberetti alla menta piperita sono anche una bella aggiunta al tuo acquario (se decidi di tenere i gamberetti in modo permanente) in quanto hanno una bella colorazione rosa/rosso vivido e rimangono piccoli (2 pollici). Sono abbastanza benigni e generalmente non danneggiano pesci, coralli o vongole (a meno che la vongola non sia già in cattive condizioni di salute). Sono solitari e notturni, quindi potresti non vedere i gamberetti troppo spesso, ma spesso puoi trovarli nascosti sotto un pezzo di roccia o in una grotta durante il giorno. Una cosa da ricordare quando si utilizza il metodo di controllo dei gamberetti alla menta è di non nutrire i gamberi alla menta finché non ha mangiato tutta l’Aiptasia. Se dai da mangiare ai gamberetti, imparerà presto a mangiare il tuo cibo e diventerà disinteressato all’Aiptasia.

Leggi anche  MALATTIE COMUNI DEI PESCI D'ACQUARIO SALATO

Altre strategie naturali

Esistono altre strategie naturali (che significa naturale non chimico) che puoi usare per controllare l’Aiptasia oltre a un gambero alla menta piperita. Ad esempio, il pesce farfalla Copperbanded è un predatore comune di Aiptasia (anche se sembra esserci una certa variazione da individuo a individuo in termini di appetito per questi anemoni). Il pesce farfalla procione è usato da alcune persone, ma ho sentito numerose segnalazioni di questa specie sgranocchiare altri coralli e piumini. Pertanto, non consiglierei di utilizzare il pesce Raccoon Butterfly in una configurazione della barriera corallina.

È stato riscontrato che i nudibranchi (in particolare Berghia verrucicornis) mangiano Aiptasia, ma ci sono diversi problemi con questo predatore. Prima di tutto, può essere difficile trovare un esemplare abbastanza grande per un tipico acquario di barriera. In secondo luogo, mangiano solo Aiptasia, quindi una volta esaurita questa fonte di cibo, moriranno di fame. Alcune persone sono passate a un approccio “passalo insieme” in cui usano il nudibranco per il loro acquario e poi lo passano a un altro hobbista con Aiptasia nel loro acquario. Sta a te scegliere l’opzione che funziona meglio per te e il tuo carro armato.

Strategie chimiche

Come regola generale, non è una buona idea usare prodotti chimici nel tuo acquario se puoi evitarlo. Sebbene la sostanza chimica possa risolvere il problema che stai usando per trattare, non puoi prevedere gli altri effetti che potrebbe avere sul tuo acquario. Come ultima risorsa, tuttavia, potresti ritrovarti a ricorrere a metodi chimici per il controllo dell’Aiptasia. Se chiedi in giro nel tuo negozio di animali locale o esegui una ricerca online di base, dovresti essere in grado di trovare un prodotto progettato specificamente per uccidere l’Aiptasia: di solito inietti la sostanza chimica nell’anemone e muore. Il problema principale con l’iniezione di Aiptasia è che questi anemoni sono molto bravi a eludere i tuoi tentativi. Sono abbastanza veloci e si ritireranno rapidamente quando avvertono il pericolo. Pertanto, può essere difficile iniettare effettivamente un campione.
Inoltre, mentre alcune sostanze chimiche affermano di essere sicure per il resto dei tuoi coralli, vorrei comunque indagare su queste affermazioni e assicurarmi che il resto del tuo bestiame non venga danneggiato quando la sostanza chimica viene introdotta nell’acqua. Se decidi di utilizzare l’approccio chimico, preparati a guardare costantemente i tuoi coralli ed eseguire grandi cambi d’acqua se compaiono segni di stress. Va anche notato che alcune delle sostanze chimiche che pretendono di liberare il tuo acquario dall’Aiptasia in realtà non funzionano o contengono composti molto dannosi. Devi cercare marchi specifici se decidi di percorrere questa strada. Inoltre, ho sentito da molte persone che l’uso di sostanze chimiche generalmente non funziona perché spesso vengono lasciati indietro frammenti di anemone, solo per iniziare un nuovo raggruppamento di Aiptasia poco tempo dopo.

Leggi anche  CURA DEI GOBIDI DI ACQUA SALATA

Conclusione

L’infestazione da aiptasia è un problema comune negli acquari di acqua salata: personalmente non conosco nessun appassionato di acqua salata che non abbia avuto almeno una di queste creature che ha fatto l’autostop nel loro acquario. Mentre gli anemoni di Aiptasia sono resistenti e possono essere difficili da eliminare se non sai cosa stai facendo, la buona notizia è che spesso un predatore naturale come un gambero alla menta funziona. È possibile utilizzare metodi di controllo chimico, ma per favore usalo come ultima risorsa e fai ricerche significative prima di aggiungere qualsiasi marca particolare di sostanza chimica nel tuo serbatoio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Popular

More from author

Spotlight sul Wolf Cichlid

Il Wolf Cichlid è una specie grande e aggressiva ma crea un'opzione perfetta per un serbatoio di show. Continua a leggere per saperne...

Gli hobbyists dell’acquario aiutano a risparmiare 30 specie dall’estinzione

Il commercio di animali domestici ottiene un brutto rap per sfruttare gli animali selvatici ma a volte il contrario è vero. Gli hobbisti...

I sorprendenti benefici per la salute di un acquario domestico

in tempi stressanti, avere un acquario domestico potrebbe essere un vantaggio. Continua a leggere per conoscere i primi 6 benefici per la salute...

Acquario Pesce News: Bill ha introdotto per limitare la raccolta di pesci dell’acquario

L'industria dell'acquario dell'acqua salata prende milioni di pesci da oceani in tutto il mondo ogni anno. È stata introdotta una nuova fattura per...