FAQ PER PRINCIPIANTI HOBBYSTI D’ACQUA DOLCE

Come principiante nell’hobby dell’acquario, probabilmente avrai molte domande. Familiarizza con queste FAQ prima di iniziare e avrai maggiori possibilità di successo nella coltivazione del tuo acquario d’acqua dolce. Quando inizi per la prima volta con l’hobby dell’acquario d’acqua dolce, probabilmente avrai molte domande. Che tipo di serbatoio dovresti comprare e come dovresti decorarlo? Quali tipi di pesce sono consigliati per i principianti e con quanti dovresti iniziare? Tutte queste e altre domande sono il tipo di cose che gli appassionati di acquari alle prime armi probabilmente si chiederanno. Se sei nuovo nell’hobby dell’acquario, faresti bene a familiarizzare con queste domande prima di iniziare il tuo viaggio. Preparandoti con le risposte a queste domande di base sarai meglio attrezzato per iniziare il tuo viaggio nell’hobby dell’acquario con il piede giusto.

Domanda:
Con quale dimensione del serbatoio dovrei iniziare?
Risposta: Se non hai mai tenuto un acquario prima, potresti essere tentato di pensare che sia più facile iniziare con una vasca piccola piuttosto che con una grande. La verità è, tuttavia, che i grandi serbatoi sono spesso più facili da mantenere rispetto ai piccoli serbatoi. La chiave per mantenere sano il tuo acquario è mantenere un’elevata qualità dell’acqua e la qualità dell’acqua è più facile da regolare in un acquario che ha un volume d’acqua maggiore. Mentre i tuoi pesci mangiano cibo ed espellono rifiuti, tossine e detriti organici si accumuleranno nel tuo acquario, influenzando la qualità dell’acqua. In vasche piccole, queste tossine saranno più concentrate e avranno un effetto maggiore sulla qualità dell’acqua nella vasca rispetto a quanto farebbero in una vasca più grande. Per mantenere alta la qualità dell’acqua, dovrai effettuare cambi d’acqua regolari ma, se tieni un serbatoio grande invece di uno piccolo, dovrai eseguire questi cambi d’acqua meno spesso.
Domanda: Che tipo di pesce dovrei allevare con il mio acquario?
Risposta: Quando inizi a dedicarti all’acquariofilia, dovresti selezionare attentamente i pesci che usi per rifornire il tuo primo acquario. È saggio iniziare con una specie resistente e tollerante a vari parametri dell’acqua perché ti ci vorrà del tempo per imparare a mantenere il tuo nuovo acquario. Gli appassionati di acquari esperti raccomandano spesso ovovivipari come spade, guppy e molly come pesci principianti perché sono facili da curare. Molte specie di tetra come i tetra neon, i tetra con gonna nera e i tetra cardinali sono anche facili da curare. La chiave per rifornire adeguatamente il tuo acquario è iniziare in piccolo con pochi pesci e aggiungerne gradualmente di più man mano che prendi la mano.
Domanda: Come faccio a mantenere sano il mio pesce?
Risposta: Una parte importante del tuo ruolo di appassionato di acquari è garantire che i tuoi pesci d’acquario rimangano felici e in salute. Per raggiungere questo obiettivo dovrai fornire loro sia una dieta sana che un ambiente sano. Una dieta sana per i pesci d’acquario dovrebbe consistere in una varietà di alimenti: dovresti fornire ai tuoi pesci una dieta di base di fiocchi o pellet commerciali integrati con vari alimenti vivi, alimenti congelati e liofilizzati. Gli alimenti vivi come le artemia salina, le dafnie e i lombrichi sono un’ottima fonte di proteine ​​per i pesci e li aiuteranno a non annoiarsi con la loro dieta. Per mantenere un ambiente sano della vasca, dovrai innaffiare i parametri della vasca, inclusi pH, temperatura e livelli di sostanze chimiche. Dovrai anche sostituire i media del filtro su base mensile ed eseguire cambi d’acqua settimanali di routine.
Domanda: Devo usare piante vive nel mio acquario?
Risposta: L’aggiunta di piante vive in un acquario d’acqua dolce è un ottimo modo per decorare e fornirà anche una serie di vantaggi per i tuoi pesci. Le piante da acquario vive aiuteranno ad aumentare il livello di ossigeno nell’acqua del tuo acquario e combatteranno anche la crescita eccessiva di alghe perché le piante e le alghe vive competeranno naturalmente per gli stessi nutrienti. Sebbene l’aggiunta di piante vive al tuo acquario fornirà una serie di vantaggi preziosi, significherà anche un piccolo sforzo in più da parte tua. Le piante da acquario richiedono una certa quantità di illuminazione e, se hai intenzione di coltivare un acquario piantumato, potresti dover investire in terreni di semina o fertilizzanti da mettere sotto il substrato. Potrebbe anche essere necessario fare attenzione a selezionare il pesce per il tuo acquario perché alcune specie tendono a rosicchiare le piante dell’acquario.
Domanda: Di che tipo di attrezzatura ho bisogno?
Risposta: Esistono tre tipi di attrezzature assolutamente necessarie per coltivare un acquario d’acqua dolce prospero: un filtro, un riscaldatore e un sistema di illuminazione. Man mano che acquisisci esperienza nell’hobby dell’acquario, potresti prendere in considerazione l’installazione di alcune apparecchiature aggiuntive come uno schiumatoio di proteine, un refrigeratore per acquari o un sistema di sump, ma tutte queste cose sono opzionali. Un filtro per acquario è un requisito per mantenere l’acqua della vasca pulita e limpida. Nel tempo, rifiuti solidi e disciolti e detriti si accumuleranno nell’acqua della vasca ed è compito del filtro dell’acquario rimuovere tali sostanze prima che possano influire sulla qualità dell’acqua. Se hai intenzione di allevare pesci d’acquario tropicale, dovrai investire in un riscaldatore per acquari di qualità per mantenere una temperatura dell’acqua stabile nel tuo acquario: la maggior parte dei pesci tropicali richiede una temperatura dell’acqua compresa tra 75 e 82F. Senza un riscaldatore per acquari, potresti avere difficoltà a mantenere una temperatura costante nel tuo acquario. Oltre al riscaldamento e alla filtrazione, dovrai anche dotare il tuo serbatoio di un sistema di illuminazione. L’illuminazione dell’acquario non solo illuminerà il tuo acquario, migliorandone così l’aspetto, ma fornirà anche l’energia necessaria agli organismi fotosintetici per prosperare e crescere.
Domanda: Quanto do da mangiare ai miei pesci?
Risposta: Uno degli errori più comuni commessi dai nuovi appassionati di acquari è quello di nutrire eccessivamente i propri pesci. I pesci d’acquario in realtà non hanno bisogno di una grande quantità di cibo per prosperare e la sovralimentazione può effettivamente portare a una serie di problemi di salute tra cui gonfiore e indigestione. Oltre a causare problemi di salute ai tuoi pesci, la sovralimentazione potrebbe anche causare problemi con la qualità dell’acqua nel tuo acquario. Il cibo per pesci non consumato affonderà sul fondo del tuo acquario e si accumulerà come detriti organici: nel tempo, questi detriti si decomporranno in un processo che produce ammoniaca, una sostanza tossica per i pesci. Più detriti hai nel serbatoio, più alti saranno i livelli di ammoniaca e più la qualità dell’acqua ne risentirà. È consigliabile evitare di nutrire i tuoi pesci più di quanto possono consumare in un periodo di tempo compreso tra 3 e 5 minuti e non dovresti dar loro da mangiare più di due volte al giorno per soddisfare le loro esigenze nutrizionali. Se hai problemi a regolare la quantità di cibo che dai da mangiare ai tuoi pesci, prova a impostare un alimentatore automatico per erogare il cibo per te a intervalli regolari.
Domanda: quanti pesci posso tenere nel mio acquario?
Risposta: Il numero di pesci che puoi tenere in sicurezza nel tuo acquario dipenderà dalle dimensioni del tuo acquario e dal tipo di pesce che scegli. Va da sé che acquari più grandi possono ospitare più pesci, ma non dovresti prenderla come una scusa per riempire l’acquario fino al limite. Quando consideri quanti pesci tenere nel tuo acquario, devi pensare alla dimensione massima che raggiungeranno questi pesci, non alle dimensioni che avranno quando li porterai a casa dal negozio di animali. È inoltre necessario rendersi conto che alcuni pesci occupano più spazio di altri: i ciclidi, ad esempio, sono compressi lateralmente (hanno corpi piatti) mentre i pesci rossi sono più corposi. Quando sei appena agli inizi nell’hobby dell’acquario, sarebbe saggio iniziare con pochi piccoli pesci per vedere quanto è in grado di gestire il tuo acquario. Man mano che impari a prenderti cura dei tuoi pesci e a mantenere un’elevata qualità dell’acqua nel tuo acquario, puoi aumentare gradualmente il numero di pesci nel tuo acquario.
Domanda: Cosa devo fare per mantenere il mio carro armato?
Risposta: Se imposti correttamente il tuo acquario la prima volta non dovresti dedicare molto tempo alla manutenzione del tuo acquario. Dovrai testare l’acqua del tuo acquario su base settimanale utilizzando un kit per il test dell’acqua dell’acquario per tenere d’occhio i parametri del tuo acquario tra cui il pH, la durezza dell’acqua e i livelli chimici. Ogni volta che si esegue il test dell’acqua del serbatoio, è necessario registrare i risultati in un diario in modo da avere un’idea di quali siano i livelli “normali” per il serbatoio: in questo modo, quando si ottiene una lettura anormale, si sarà in grado di agire per rimedia al problema prima che diventi un problema per i tuoi pesci. Dovrai anche eseguire cambi d’acqua nel tuo serbatoio su base settimanale, sostituendo tra il 10% e il 20% del volume del tuo serbatoio. Usa un aspirapolvere per ghiaia per acquario per eseguire questi cambi d’acqua, aspirando l’acqua sporca del serbatoio dal substrato nel tuo serbatoio e sostituendola con acqua di rubinetto fresca trattata con un condizionatore per l’acqua dell’acquario. Oltre a queste attività, dovrai anche sostituire i media filtranti ogni tre o quattro settimane per mantenere il filtro in funzione alla massima efficienza.
Domanda: Cosa devo fare se il mio pesce si ammala?
Risposta: Non importa quanto tu mantenga pulito il tuo acquario, è probabile che tu abbia a che fare con qualche tipo di malattia prima o poi. La prima cosa che dovresti fare quando uno dei tuoi pesci si ammala è metterlo in quarantena in una vasca ospedaliera per evitare che la malattia si diffonda agli altri abitanti della vasca. Un serbatoio dell’ospedale è semplicemente una configurazione di serbatoio extra per imitare i parametri nel serbatoio principale, ma dovrebbe essere scarsamente decorato per facilitare la pulizia. Dopo aver messo in quarantena il pesce malato, dovrai osservarlo per i sintomi in modo da poter identificare la malattia e quindi seguire il protocollo di trattamento raccomandato. A seconda della malattia, potrebbero essere necessari diversi giorni o diverse settimane prima che il pesce si riprenda e dovresti aspettare che si sia completamente ripreso per riportarlo nell’acquario principale. Per evitare malattie in futuro, assicurati di mettere in quarantena tutti i nuovi pesci prima di aggiungerli al tuo acquario e fai del tuo meglio per mantenere alta la qualità dell’acqua nel tuo acquario.
Più impari sull’hobby dell’acquario prima di iniziare il tuo primo acquario, meglio starai. Non puoi prepararti per ogni evenienza, ma più ne sai, maggiori sono le tue possibilità di successo.

Leggi anche  COME SCEGLIERE LA POSIZIONE MIGLIORE PER IL TUO SERBATOIO

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Popular

More from author

Spotlight sul Wolf Cichlid

Il Wolf Cichlid è una specie grande e aggressiva ma crea un'opzione perfetta per un serbatoio di show. Continua a leggere per saperne...

Gli hobbyists dell’acquario aiutano a risparmiare 30 specie dall’estinzione

Il commercio di animali domestici ottiene un brutto rap per sfruttare gli animali selvatici ma a volte il contrario è vero. Gli hobbisti...

I sorprendenti benefici per la salute di un acquario domestico

in tempi stressanti, avere un acquario domestico potrebbe essere un vantaggio. Continua a leggere per conoscere i primi 6 benefici per la salute...

Acquario Pesce News: Bill ha introdotto per limitare la raccolta di pesci dell’acquario

L'industria dell'acquario dell'acqua salata prende milioni di pesci da oceani in tutto il mondo ogni anno. È stata introdotta una nuova fattura per...