GUIDA PASSO PER PASSO PER L’INSTALLAZIONE DI UN SERBATOIO PIANTATO

Coltivare un fiorente acquario con piante può essere una vera sfida e se non segui la procedura corretta, potresti non avere successo. Quando si tratta di coltivare un fiorente acquario d’acqua dolce, a molti hobbisti piace l’aspetto di un serbatoio piantato. C’è solo qualcosa in un acquario pieno di bellissime piante verdi che migliora l’aspetto generale del serbatoio. Sfortunatamente, molti appassionati di acquari non si rendono conto del lavoro necessario per coltivare un acquario piantumato di successo. Le piante da acquario vive richiedono un delicato equilibrio di sostanze nutritive e un’illuminazione adeguata per crescere e prosperare: se non provvedi ai bisogni delle tue piante, finiranno per morire e non avrai il bellissimo acquario piantumato che desideri .
Sebbene tu abbia la libertà di organizzare il tuo acquario piantumato come preferisci, c’è un modo giusto e uno sbagliato di allestire l’acquario. In questo articolo riceverai suggerimenti per pianificare il tuo acquario piantumato e una guida passo passo per configurarlo.
Principali nutrienti necessari per un acquario piantato

Before you set up your planted tank, it may help for you to learn about the nutrients that your plants will require in order to grow and thrive. Having this information in mind will help to make the process of selecting the right substrate and water chemistry for your tank make more sense. The most important nutrients for live aquarium plants are as follows:

  • Azoto – Questo macronutriente è essenziale per la formazione di proteine, aminoacidi e DNA e svolge anche un ruolo nell’assorbimento dei nutrienti. Le carenze di azoto possono causare una crescita stentata.
  • Potassio – Questo nutriente aiuta le piante vive a scomporre i carboidrati per produrre le proteine ​​necessarie per produrre frutti e semi.
  • Calcio – Questo nutriente è necessario in determinate quantità per prevenire lo stress. Se i livelli di calcio sono troppo alti, possono interferire con i livelli di fosforo e portare a vari problemi di salute.
  • Fosforo – Questo nutriente viene utilizzato per lo stoccaggio di energia e il trasporto di energia. Il fosforo, insieme all’azoto, sono i nutrienti più importanti per le piante: le carenze possono comportare una crescita stentata.
  • Ferro – Questo nutriente svolge un ruolo chiave nella fotosintesi e aiuta con la formazione di nuove molecole di clorofilla. Le carenze di ferro portano all’ingiallimento delle foglie, allo stress e all’eventuale morte della pianta.
  • Zinco – Questo nutriente è un attivatore enzimatico necessario per la formazione delle foglie. L’eccesso di zinco può essere pericoloso e le carenze provocano la sindrome della “piccola foglia”.
  • Rame – Questo nutriente agisce anche come attivatore enzimatico. L’eccesso di rame può causare l’inibizione della crescita delle radici.
Leggi anche  SCEGLIERE IL GIUSTO SISTEMA DI FILTRAZIONE PER IL TUO ACQUARIO

Altri nutrienti essenziali per la salute e il mantenimento di un acquario piantumato includono cloro, boro, magnesio, manganese, molibdeno, nichel, carbonio, idrogeno e ossigeno.

Scegliere un substrato per acquario

Now that you understand which nutrients are most essential for the health and growth of your live plants you will be better equipped to choose the right substrate for your tank. Substrate not only provides your plants with a rooting medium, but it also supplies them with the nutrients they need to grow and thrive. Live plants will not live long if you root them in gravel or sand without adding a layer of nutrient-dense substrate below. Some of the most popular planted tank substrates are listed below:

  • Fluorite – Questo tipo di substrato è una specie di ghiaia argillosa – non solo è leggero, ma non si compatta facilmente come altri substrati. La fluorite può essere facilmente miscelata con sabbia o ghiaia per creare un aspetto naturale nel tuo acquario e non deve mai essere sostituita. Questo tipo di substrato può essere utilizzato a una velocità di 1 libbra per gallone nel tuo acquario e devi sciacquarlo molto bene prima di usarlo per eliminare la polvere.
  • Eco-Completo – Questa è una delle opzioni più di alta qualità disponibili nel substrato del serbatoio piantato. Non solo fornisce più di 25 nutrienti essenziali per le tue piante, ma aggiunge anche batteri vivi benefici al tuo acquario per aiutare ad avviare il ciclo dell’azoto. Eco-complete è disponibile in diversi colori ed è formulato per fornire tutti i nutrienti di cui hanno bisogno le tue piante vive.
  • Aqua Soil – Questo tipo di substrato ha un aspetto molto naturale che lo rende popolare per gli acquari piantumati. Il suolo acquatico può essere utilizzato come unico substrato nel tuo acquario oppure può essere abbinato a uno strato di sabbia di base per fornire una filtrazione biologica. Questo substrato è disponibile in una varietà di colori diversi e fornisce nutrimento duraturo per le piante.
  • Terriccio – Può sembrare strano usare un normale terriccio in un acquario, ma si può fare. Questo tipo di terreno richiede pochissima concimazione ma può essere difficile da usare. Devi stare molto attento a come aggiungi il terreno per assicurarti che rimanga sommerso.
  • Ghiaia – Se prevedi di utilizzare la ghiaia come substrato nel tuo acquario piantumato, devi utilizzare un tipo di fertilizzante per fornire nutrienti alle tue piante. Il miglior tipo di ghiaia per vasche con piante è la ghiaia piccola che consente la crescita delle radici delle piante: puoi facilmente utilizzare le linguette delle radici per fertilizzare le singole piante con questo tipo di substrato.
Leggi anche  I 10 PEGGIORI PESCI DI COMUNITÀ

Dopo aver appreso le nozioni di base su alcune delle migliori opzioni per i substrati per acquari piantati, ora dovresti essere in grado di decidere quale è l’opzione giusta per il tuo acquario. Dopo aver scelto il substrato, puoi passare alla configurazione del tuo acquario.

Guida passo passo alla configurazione del serbatoio piantato

Making the decisions about your tank size and the type of substrate you want to use can be a challenge but, once you make those decisions, all you have to do is set up and maintain the tank. Below you will find a step-by-step guide for setting up your planted tank:

  1. Installa il supporto o l’armadietto dell’acquario nella posizione desiderata per il tuo acquario: assicurati di posizionarlo ben lontano da porte e finestre piene di spifferi e da bocchette di riscaldamento/raffreddamento.
  2. Posiziona il tuo acquario sull’armadietto o sul supporto e assicurati che sia in piano: se il supporto non è robusto, il tuo acquario potrebbe ribaltarsi mentre lo riempi d’acqua.
  3. Risciacquare molto bene il substrato scelto fino a quando l’acqua non scorre pulita – seguire le istruzioni sulla confezione per questo poiché alcuni substrati non richiedono il risciacquo.
  4. Rivesti il ​​fondo del tuo acquario con la quantità consigliata di substrato: dovresti avere uno strato di almeno diversi pollici per accogliere le radici della maggior parte delle piante d’acquario.
  5. Riempi il tuo acquario con acqua declorata, quindi imposta e accendi sia il sistema di filtrazione dell’acquario che il riscaldatore dell’acquario.
  6. Usa un kit per il test dell’acqua dell’acquario per testare la chimica dell’acqua nel tuo acquario: il pH ideale per un acquario piantumato che include sia pesci che piante è compreso tra 6,5 ​​e 7,5.
  7. Installa il tuo sistema di illuminazione e assicurati che fornisca un’illuminazione sufficiente per le tue piante: un acquario molto piantumato richiederà da 3 a 5 watt di luce per gallone.
  8. Aggiungi le tue piante d’acquario e seppellisci le radici in profondità nel substrato per stabilità e per assicurarti che ricevano un’adeguata nutrizione.
  9. Per ottenere i migliori risultati, posiziona le piante più alte sul retro e sui lati del tuo acquario e le piante più corte davanti: questo creerà un aspetto naturale assicurando allo stesso tempo che i tuoi pesci abbiano molto spazio per nuotare al centro dell’acquario.
  10. Incorpora decorazioni aggiuntive come rocce e pezzi di legno galleggiante per migliorare l’aspetto del tuo acquario.
  11. Lascia che il tuo acquario funzioni per due o tre settimane complete affinché il ciclo dell’azoto si stabilizzi: le tue piante aiuteranno questo processo.
  12. Prova di nuovo l’acqua del tuo acquario: se il livello di ammoniaca è zero, il tuo acquario è pronto per i pesci.
  13. Abitua i tuoi pesci lentamente all’acquario per evitare di scioccarli con un cambiamento della temperatura dell’acqua o della composizione chimica dell’acqua.
Leggi anche  Come sollevare il cichlid friggere per scadenza

Una volta che i tuoi pesci sono stati introdotti nell’acquario, tutto ciò che devi fare è mantenerlo! Dovresti monitorare la chimica dell’acqua nel tuo acquario testandola almeno una volta alla settimana: questo ti aiuterà a tenere traccia dei livelli di ammoniaca per assicurarti che le tue piante vive e i tuoi batteri benefici stiano facendo il loro lavoro. Con un’alimentazione e un’illuminazione adeguate, il tuo acquario piantato dovrebbe prosperare.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Popular

More from author

Spotlight sul Wolf Cichlid

Il Wolf Cichlid è una specie grande e aggressiva ma crea un'opzione perfetta per un serbatoio di show. Continua a leggere per saperne...

Gli hobbyists dell’acquario aiutano a risparmiare 30 specie dall’estinzione

Il commercio di animali domestici ottiene un brutto rap per sfruttare gli animali selvatici ma a volte il contrario è vero. Gli hobbisti...

I sorprendenti benefici per la salute di un acquario domestico

in tempi stressanti, avere un acquario domestico potrebbe essere un vantaggio. Continua a leggere per conoscere i primi 6 benefici per la salute...

Acquario Pesce News: Bill ha introdotto per limitare la raccolta di pesci dell’acquario

L'industria dell'acquario dell'acqua salata prende milioni di pesci da oceani in tutto il mondo ogni anno. È stata introdotta una nuova fattura per...