I 10 PEGGIORI PESCI DI COMUNITÀ

Se sei interessato a coltivare un acquario pacifico pieno di più specie, non scegliere questi pesci. Non esistono pesci cattivi, solo proprietari che non hanno fatto una ricerca adeguata prima di acquistarli. I carri armati “comunitari” possono essere costruiti in vari modi, dipende solo dal tipo di comunità che desideri. Ad esempio, i ciclidi del lago Malawi, se tenuti nei parametri dell’acqua appropriati e nella corretta configurazione, possono creare una comunità sociale attiva e interessante. Questo vale anche per i pesci aggressivi come lo squalo nero dalla coda rossa o per i pesci timidi e sensibili come i danios celesti. La chiave è informarsi sulle condizioni che un pesce preferirà prima di acquistarlo.

Realisticamente, la maggior parte delle persone desidera un acquario luminoso e attivo con molti tipi diversi di pesci e camminerà semplicemente lungo l’isola “comunità” del negozio di pesce locale scegliendo i preferiti. Se questa è la tua tecnica, ecco un elenco di scelte comuni della comunità che non sono adatte per un acquario di comunità standard – potrebbe essere perché richiedono condizioni dell’acqua speciali per sopravvivere, potrebbero essere estremamente sensibili alla qualità dell’acqua, sono soggetti a pratiche disumane o sono solo generalmente difficili da mantenere vivi e felici. Per un elenco di pesci che diventano troppo grandi per un acquario standard, vedere “I 10 peggiori carri armati”.

I 10 peggiori pesci di comunità sono:

10. Pleco
I plecostomus, spesso chiamati “plecos”, sono un pesce molto popolare e fanno una meravigliosa aggiunta all’acquario d’acqua dolce. Questo può essere vero, ma ci sono ancora alcuni grossi inconvenienti nel mantenerli. Le varietà comuni possono crescere fino a raggiungere un piede di lunghezza e producono enormi quantità di rifiuti – anche quelle più piccole possono ancora produrre livelli sproporzionati di rifiuti. Puoi praticamente raddoppiare il carico biologico del tuo acquario di comunità aggiungendo uno di questi pesci. Inoltre, alcuni pleco non consumano molte alghe e possono preferibilmente distruggere piante e legni. Dovresti anche tenere presente che mentre i pleco giovanili sono considerati una specie comunitaria, spesso diventano aggressivi man mano che crescono.

9. Pesce gatto di vetro
Questi piccoli ragazzi sembrano poter aggiungere interesse visivo a qualsiasi acquario di comunità a causa del loro aspetto insolito. I loro corpi sono trasparenti in modo da poter vedere attraverso la pelle e i muscoli fino alle ossa: uno spettacolo davvero sorprendente! Questo sarebbe un’aggiunta affascinante al tuo acquario, se mai li avessi visti. Sono terribilmente timidi e richiedono branchi di medie dimensioni (7-10 pesci) per stare anche lontanamente a loro agio. Anche allora, tuttavia, l’intero gruppo passerà probabilmente la maggior parte del tempo a nascondersi dietro le tue decorazioni, le tue piante e l’ingresso del filtro. A meno che tu non abbia un raffinato apprezzamento per la sottigliezza nel tuo acquario, dovresti cercare un sostituto più audace. Inoltre, sono pesci molto fragili e possono perire facilmente sia per condizioni di acqua instabile che per lesioni fisiche.

Leggi anche  LE 6 SPECIE MIGLIORI PER IL SERBATOIO PIANTATO

8. Guppy “fantasiosi”
I guppy fantasia sono estremamente attraenti per un acquario di comunità perché sono amichevoli, piccoli e sono disponibili in una gamma di colori brillanti e motivi sorprendenti. Sfortunatamente, la maggior parte dei guppy riesce a malapena a sopravvivere al viaggio di ritorno dal negozio di animali. Decenni di allevamento selettivo hanno portato a ceppi consanguinei e deboli, e i maschi sembrano stare particolarmente male. Esistono tuttavia delle alternative: i guppy “mangiatori” possono effettivamente essere piuttosto carini e, se si consente loro di riprodursi per diverse generazioni, i tratti visivamente accattivanti spesso si intensificano. Tuttavia, se scegli di portare a casa il pesce mangiatoia, mettili in quarantena prima di introdurli nel tuo acquario di comunità poiché potrebbero ospitare malattie.

7. Pesce angelo
Sebbene questi pesci possano creare centrotavola graziosi ed eleganti in un acquario, non sono adatti per un’atmosfera comunitaria. I pesci angelo, una specie di ciclidi, sono aggressivi nei confronti della propria specie e devono essere tenuti in coppie riproduttive o in grandi gruppi. Tenerli in piccoli gruppi consentirà al più forte di prevaricare i pesci più deboli, a volte fino alla morte. Man mano che diventano più grandi, possono raccogliere pesci più piccoli per il cibo. Preferiscono anche condizioni specializzate per prosperare. Sono sensibili alla qualità dell’acqua e necessitano di un pH leggermente acido (6,5-7), bassa durezza e una temperatura calda (~80F). Inoltre, le lunghe pinne di questi pesci rendono irresistibili le specie comuni della comunità come il tetra dalla gonna nera che li inseguirà e li stroncherà, il che può aumentare il rischio di infezioni batteriche e fungine.

6. Discuti

Questi pesci, come i pesci angelo, sono amati per i loro colori vivaci e le personalità interessanti. Inoltre, come i pesci angelo, richiedono parametri dell’acqua speciali: acqua dolce, stabile, lenta e calda. Sono timidi con altre specie di pesci e possono essere facilmente battuti in competizione per il cibo. In realtà faranno meglio se tenuti in vasche specifiche per specie con molto spazio per nuotare e un ambiente calmo in cui interagire con i conspecifici.

5. Pesce iniettato con tintura
Se di recente hai fatto visita al tuo negozio di animali locale, potresti esserti imbattuto in pesci al neon o a iniezione di tintura. Questi pesci sembrano normali tetra, danios o glassfish ma con colori brillanti e innaturali. La pratica di iniettare colorante nel pesce è considerata disumana e può ridurre notevolmente la durata della vita del pesce a causa dello stress. La tendenza popolare Glofish, tuttavia, prevede l’alterazione genetica piuttosto che l’iniezione di coloranti. Pensaci bene prima di utilizzare uno di questi pesci nel tuo acquario perché potrebbero non essere resistenti come i pesci di comunità tradizionali e potrebbero finire per diffondere malattie.

Leggi anche  Le basi degli squali di allevamento di bala

4. Gouramis nano
I Gouramis sono pesci eleganti e belli che, se tenuti con compagni di vasca adeguati, possono essere un ottimo componente di un acquario di comunità. Tuttavia, i gouramis della varietà nana, di solito colorati in blu polvere, blu reale o rosso, possono causare enormi problemi. Questi piccoli Napoleoni possono essere piuttosto aggressivi e i maschi spesso si fanno i prepotenti a vicenda (così come tutti gli altri). Inoltre, i gourami nani spesso portano malattie che possono uccidere rapidamente altri pesci. Se stai cercando un’alternativa, tieni i gouramis perlati o al miele (in gruppi, con 2 femmine per ogni maschio) e assicurati di evitare i gouramis al cioccolato (troppo sensibili) e le specie più grandi come i gourami baciati (troppo aggressivi).

3. Pesce rosso
Sebbene siano un comune pesce “principiante” che spesso finisce in ciotole, piccole vasche o semplicemente mescolato con altri pesci, i pesci rossi non sono adatti per gli acquari di comunità per una serie di motivi. Questo è un gruppo di pesci che è stato trascurato e frainteso per decenni. Richiedono acqua fredda senza riscaldamento e il loro elevato fabbisogno di ossigeno li rende incompatibili con la maggior parte degli altri pesci (e rende completamente fuori questione la normale boccia per pesci rossi!). Crescono anche abbastanza grandi, quindi se desideri tenere i pesci rossi, posizionali in uno stagno all’aperto.

2. Anguille d’acqua dolce
Le anguille sono inadeguate per gli acquari di comunità per una serie di motivi. Molte specie crescono fino a superare un piede di lunghezza (alcune superano diversi piedi) e sono difficili da curare. Le anguille sono stimate artiste della fuga: amano arrampicarsi sui filtri o scivolare sul pavimento. Molte specie sono anche sensibili alla qualità dell’acqua e richiedono substrati speciali che impediscano loro di graffiare e danneggiare la pelle. Alcune specie sono anche molto timide e si spaventano facilmente, preferendo scavare nella sabbia per non farsi vedere. Inoltre, possono essere difficili da nutrire, molte specie preferiscono cibo vivo e mangeranno (o cercheranno di mangiare) i loro compagni di vasca.

1. Squali d’acqua dolce

Se hai letto The Top 10 Worst Tank Busters, hai già familiarità con alcuni dei pericoli di tenere alcuni squali d’acqua dolce nell’acquario domestico. Il peggior trasgressore è lo squalo Bala, soprattutto perché gli appassionati di acquari alle prime armi semplicemente non si rendono conto di quanto siano grandi questi pesci. Gli squali d’acqua dolce sono spesso venduti come giovani e pubblicizzati come pesci di comunità. Quello che potresti non capire è che possono diventare troppo grandi per l’acquario di comunità e trasformarsi in pesci grandi e aggressivi. Se vuoi evitare di dover vendere i tuoi pesci al negozio di animali o acquistare un acquario completamente nuovo, evita gli squali d’acqua dolce. Una parola sul pesce salmastro…

Leggi anche  PROBLEMI COMUNI CON I FILTRI DEL SERBATOIO

Il termine “salmastro” si applica all’acqua che è una miscela di acqua dolce e salata. Ambienti salmastri naturali si trovano nelle paludi di acqua salata e nelle zone costiere: i pesci che vivono in questi habitat si sono adattati ai cambiamenti di salinità. Molti pesci di questa categoria sono erroneamente venduti come pesci di comunità d’acqua dolce. I ghiozzi bombi sono un esempio comune: sono molto piccoli e calmi, il che li fa sembrare un componente eccellente per un acquario di comunità. Tuttavia, richiedono l’aggiunta di sale alla loro acqua e, se questi pesci vengono tenuti in un ambiente di acqua dolce, non riusciranno a prosperare e alla fine (o rapidamente) moriranno. Questo vale anche per le specie meno comuni di “pesci d’acqua dolce” tra cui ghiozzi del drago, monos (che arrivano anche a 10 pollici), arcieri e scat, nonché piccoli passeri e molte specie di pesci palla.

Suggerimenti per la selezione del pesce comunitario

Quando si tratta di selezionare il pesce per il tuo acquario di comunità, potresti essere tentato di entrare semplicemente nel negozio di animali e scegliere quello che ti piace. Anche se questo può funzionare per alcuni gruppi di pesci come ovovivipari e tetra, non funzionerà per tutte le specie. Se vuoi davvero fare un acquario di comunità nel modo giusto, devi scegliere specie che hanno esigenze simili per quanto riguarda i parametri dell’acquario e la dieta. Dovresti anche pianificare di acquistare la maggior parte dei tuoi pesci allo stesso tempo – anche se acquisti specie di branco, se provi ad aggiungere più pesci in seguito potrebbero avere problemi ad adattarsi. Come la maggior parte degli animali, anche i pesci di comunità sviluppano una sorta di gerarchia – un ordine gerarchico, specialmente quando si tratta di nutrirsi.

Fortunatamente, hai molte specie diverse tra cui scegliere per rifornire il tuo acquario di comunità. Ciò non significa, tuttavia, che puoi prendere la decisione alla leggera: devi comunque fare le tue ricerche ed esserne responsabile. Molti pesci di comunità sono molto resistenti e amanti della pace, quindi non sarà difficile allevarli. Finché scegli specie compatibili in termini di condizioni dell’acqua, dovresti stare bene.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Popular

More from author

Spotlight sul Wolf Cichlid

Il Wolf Cichlid è una specie grande e aggressiva ma crea un'opzione perfetta per un serbatoio di show. Continua a leggere per saperne...

Gli hobbyists dell’acquario aiutano a risparmiare 30 specie dall’estinzione

Il commercio di animali domestici ottiene un brutto rap per sfruttare gli animali selvatici ma a volte il contrario è vero. Gli hobbisti...

I sorprendenti benefici per la salute di un acquario domestico

in tempi stressanti, avere un acquario domestico potrebbe essere un vantaggio. Continua a leggere per conoscere i primi 6 benefici per la salute...

Acquario Pesce News: Bill ha introdotto per limitare la raccolta di pesci dell’acquario

L'industria dell'acquario dell'acqua salata prende milioni di pesci da oceani in tutto il mondo ogni anno. È stata introdotta una nuova fattura per...