IDENTIFICAZIONE E TRATTAMENTO DELLE MALATTIE DEI CICLIDI PI COMUNI

I ciclidi sono una delle più grandi famiglie di pesci d’acqua dolce e sono inclini a sviluppare diverse malattie dei pesci d’acquario. Leggi di più per sapere quali sono queste malattie e come trattarle. Se hai intenzione di coltivare un acquario d’acqua dolce, è inevitabile che prima o poi dovrai affrontare la malattia dei pesci d’acquario. La verità è che i pesci d’acquario possono essere esposti agli agenti patogeni in vari modi e ci sono buone probabilità che a un certo punto si ammali. La cosa migliore che puoi fare è mantenere alta la qualità dell’acqua nel tuo acquario e fare del tuo meglio per conoscere le malattie a cui i tuoi pesci potrebbero essere esposti in modo da poterli trattare efficacemente. Ci sono una varietà di malattie dei pesci d’acquario d’acqua dolce a cui prestare attenzione, ma se hai intenzione di allevare ciclidi ce ne sono alcune in particolare di cui dovresti essere a conoscenza. I ciclidi sono particolarmente suscettibili a diverse malattie dei pesci d’acquario, quindi se impari come trattarle e prevenirle ora, tu e i tuoi pesci starete meglio in seguito.

Malattia della vescica natatoria

Come suggerito dal nome, la malattia della vescica natatoria colpisce la parte del ciclide nota come vescica natatoria. La vescica natatoria è una sacca addominale rivestita di epitelio che aiuta il pesce a rimanere a galla. Quando un ciclide è affetto da malattia della vescica natatoria, ha difficoltà a rimanere sommerso. Ci sono una varietà di potenziali cause per questa malattia: traumi esterni causati da lesioni fisiche possono potenzialmente influenzare la vescica natatoria, così come alcune malattie secondarie come il cancro e la tubercolosi. Un’altra causa comune di questa condizione è la dieta: i pesci che soffrono di cattiva alimentazione o stitichezza hanno maggiori probabilità di sviluppare malattie della vescica natatoria. Per trattare questa condizione è importante porre rimedio alla causa sottostante del problema. In caso di cattiva alimentazione, dai ai pesci una dieta variata e offri cibi ricchi di fibre come piselli e spinaci per alleviare la stitichezza.

Leggi anche  Un cambio d'acqua di routine può uccidere il tuo pesce?

Malawi gonfio

Il rigonfiamento del Malawi è un tipo di malattia dei pesci d’acquario più comune tra i ciclidi africani. Questa malattia si manifesta sotto forma di sintomi come gonfiore addominale, respiro accelerato, perdita di appetito, feci scolorite e ciondolamento sul fondo del serbatoio. Oltre a questi sintomi, il rigonfiamento del Malawi può anche portare a danni al fegato e ai reni se non trattato. Una volta che la malattia progredisce fino a questo punto, è in genere fatale entro tre giorni. Sfortunatamente, la causa di questa malattia è molto controversa: alcuni sostengono che sia causata da un protozoo che vive nell’intestino dei ciclidi. Quando la qualità dell’acqua nella vasca diminuisce e il pesce diventa stressato, i protozoi si riproducono e iniziano a causare problemi. Il primo passo nel trattamento di questa malattia è eseguire un ampio cambio d’acqua nel serbatoio e dosare il serbatoio con il metronidazolo. Quando si tratta il serbatoio con farmaci, sarà necessario rimuovere il carbone attivo dal filtro del serbatoio.

Tubercolosi

La tubercolosi è una malattia dei pesci d’acquario altamente contagiosa e, purtroppo, spesso fatale. Questa malattia è anche una delle poche malattie che possono essere trasmesse all’uomo attraverso il contatto con ferite o piaghe aperte. I sintomi di questa malattia includono tipicamente perdita di appetito, pinne sfilacciate, macchie bianche sulla pelle e stomaco infossato. I pesci colpiti possono anche mostrare cambiamenti comportamentali, apparire svogliati e/o letargici. Non appena sospetti che uno dei tuoi ciclidi abbia contratto questa malattia, porta tutti gli altri pesci in una vasca dell’ospedale e tratta la vasca con melafix. Dovrai anche pulire e disinfettare accuratamente il serbatoio originale prima di aggiungere nuovamente il pesce al serbatoio.

Malattia del cotone idrofilo

La malattia del cotone idrofilo è una condizione abbastanza facile da diagnosticare perché si manifesta sotto forma di escrescenze bianche sfocate sulla testa, sulle pinne e sulle squame dei ciclidi infetti. Questa malattia è causata da un fungo che si trova naturalmente in acquario ma che diventa un problema solo in caso di scarsa qualità dell’acqua. Quando il cibo per pesci non consumato e altri detriti organici si accumulano nel serbatoio e la qualità dell’acqua diminuisce, i pesci hanno maggiori probabilità di soccombere a infezioni fungine come la malattia del cotone idrofilo. Lo stress e le lesioni precedenti possono anche aumentare la suscettibilità dei ciclidi alle infezioni fungine. Il trattamento più comune per questa malattia è un farmaco antimicotico o un bagno di sale.

Leggi anche  LE ESIGENZE NUTRIZIONALI DEL PESCE D'ACQUA DOLCE

Malattia del buco nella testa

Chiamata anche hexamita, la malattia del buco nella testa è abbastanza comune tra i pesci d’acqua dolce, ma è tipicamente associata ai ciclidi. Questa malattia si presenta tipicamente sotto forma di depressione alla testa accompagnata da perdita di peso e perdita di appetito. I pesci colpiti possono anche sviluppare lesioni lungo la linea laterale che diventeranno più grandi nel tempo, degenerando in un’infezione sistemica. La causa di questa malattia è ampiamente dibattuta, ma si pensa che la scarsa qualità dell’acqua, lo squilibrio dei minerali e la presenza di un parassita chiamato Hexamita possano essere fattori che contribuiscono. Trattare questa malattia può essere complicato perché ci sono molteplici cause potenziali, ma potrebbe essere meglio adottare un approccio multiforme: prima migliorare la qualità dell’acqua e la dieta, quindi trattare l’acquario con un antibiotico per eliminare l’Hexamita parassiti.

Macchia Bianca – Ich

Questa malattia è causata da un protozoo parassita chiamato Ichthyophthirius multifiliis – la malattia stessa è chiamata Ich, in breve. Ich è abbastanza facile da identificare perché si manifesta sotto forma di piccoli punti bianchi sulle pinne, sulle branchie e sul corpo dei pesci infetti. Sebbene questi punti siano il segno più evidente, altri sintomi della malattia possono includere pinne bloccate, respiro affannoso, letargia, perdita di appetito e sfregamento contro gli oggetti del serbatoio. Il prurito è una malattia altamente infettiva, quindi se vedi macchie bianche su un pesce è probabile che gli altri nella vasca siano già stati esposti. Per questo motivo, in genere è meglio trattare l’intero acquario piuttosto che mettere in quarantena i pesci infetti. I trattamenti per l’ich includono bagni di sale, aumento della temperatura del serbatoio, permanganato di potassio, verde malachite e acriflavina.

Leggi anche  Spotlight sul Wolf Cichlid

Gill Flukes

Questa malattia è causata da un verme piatto parassita che infetta le branchie dei pesci, da cui il nome della malattia. Una volta che il parassita è stato introdotto nel pesce, attaccherà le membrane branchiali, facendole arrossare e acquisire uno spesso strato di melma. Questa melma rende difficile la respirazione del pesce, quindi potresti vedere sintomi come il pesce che ansima sulla superficie del serbatoio o si sfrega il corpo contro gli oggetti del serbatoio. Altri sintomi di questa malattia possono includere lo sbiadimento del colore e la respirazione affannosa. Il trattamento più comune per i trematodi branchiali è l’aggiunta di sale da acquario nella vasca alla dose di circa 1 cucchiaio. al giorno accompagnato da un leggero aumento della temperatura della vasca.

Conclusione

Anche se non puoi impedire completamente che i tuoi ciclidi si ammalino, puoi equipaggiarti con la conoscenza delle condizioni che più probabilmente li colpiranno. In questo modo, quando i tuoi pesci si ammalano, saprai cosa fare per porre rimedio alla situazione. Tieni presente che i tuoi pesci hanno le migliori possibilità di sopravvivenza e recupero quando agisci rapidamente per fornire un trattamento. Più a lungo i tuoi pesci rimangono stressati, più è probabile che diventino malati e più difficile sarà curarli. La soluzione migliore è separare il pesce in una vasca di quarantena al primo segno di malattia per evitare che si diffonda in tutto il serbatoio. A questo punto puoi quindi osservare il pesce per ulteriori sintomi e fornire il trattamento giusto per riportare il tuo pesce a una salute ottimale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Popular

More from author

Spotlight sul Wolf Cichlid

Il Wolf Cichlid è una specie grande e aggressiva ma crea un'opzione perfetta per un serbatoio di show. Continua a leggere per saperne...

Gli hobbyists dell’acquario aiutano a risparmiare 30 specie dall’estinzione

Il commercio di animali domestici ottiene un brutto rap per sfruttare gli animali selvatici ma a volte il contrario è vero. Gli hobbisti...

I sorprendenti benefici per la salute di un acquario domestico

in tempi stressanti, avere un acquario domestico potrebbe essere un vantaggio. Continua a leggere per conoscere i primi 6 benefici per la salute...

Acquario Pesce News: Bill ha introdotto per limitare la raccolta di pesci dell’acquario

L'industria dell'acquario dell'acqua salata prende milioni di pesci da oceani in tutto il mondo ogni anno. È stata introdotta una nuova fattura per...