MALATTIE COMUNI DEI PESCI TROPICALI D’ACQUA DOLCE

Scopri le malattie comuni dei pesci e come trattarle efficacemente. Guardare nel tuo acquario e vedere uno dei tuoi pesci ammalati per la prima volta può essere allarmante per molti appassionati. A differenza di cani e gatti, non puoi semplicemente salire in macchina e portarli dal veterinario. Inoltre, a causa della natura delicata dei pesci tropicali, se non trattata rapidamente, la malattia potrebbe non solo uccidere il pesce infetto, ma potrebbe diffondersi al resto dell’acquario danneggiando potenzialmente l’intera popolazione. Quindi la domanda ovvia per i proprietari di pesci quando il loro pesce è infetto è: “Che malattia ha il mio pesce e come posso curarlo?” La buona notizia è che molte delle più comuni malattie dei pesci d’acquario sono curabili e, se fatte correttamente, i tuoi pesci hanno buone possibilità di sopravvivenza. Inoltre, molti dei trattamenti sono relativamente semplici da eseguire (e molto più economici che portare un gatto o un cane dal veterinario). È importante notare che ci sono molte malattie con cui i tuoi pesci possono essere afflitti e semplicemente non è possibile discuterle tutte qui. Di seguito troverai una descrizione di alcune delle malattie e delle malattie più comuni, dei loro sintomi e del modo migliore per trattarle. Vermi di ancoraggioSintomi: fili visibili bianco-verdi (vermi) che sporgono dalla pelle del pesce: i punti di attacco mostreranno segni di arrossamento e infiammazione. Altri sintomi possono includere lo sfregamento contro gli oggetti del serbatoio, difficoltà respiratorie, ulcere e letargia generale. Trattamento: i vermi d’ancoraggio sono un tipo di piccolo crostaceo che si insinua nella pelle dei pesci, penetrando nei muscoli. Questa malattia si trasmette per contatto con pesci infetti. Immergere il pesce in un bagno di acqua salata per 5 minuti fino a 3 volte al giorno per aiutare a uccidere il parassita. Altri trattamenti medicinali possono includere formalina, permanganato di potassio o farmaci antiparassitari. Oltre a questi trattamenti, dovresti usare delle pinzette per rimuovere fisicamente il maggior numero possibile di vermi. Per fare ciò, afferra il verme il più vicino possibile alla pelle del pesce ed estrailo con cautela. Dopo aver rimosso il maggior numero possibile di vermi, tratta la vasca con Stress Coat.

IdropisiaSintomi: le squame del pesce infetto si solleveranno dal corpo e il pesce sembrerà gonfio. Trattamento: l’idropisia è un’infezione batterica interna e molto spesso, al momento della diagnosi, le possibilità di sopravvivenza del pesce sono ridotte. Se presi in tempo, ci sono farmaci che possono essere acquistati dal tuo negozio di articoli per animali domestici. Possono o non possono essere efficaci. Anche i cambi d’acqua giornalieri per cercare di migliorare la qualità dell’acqua possono aiutare. Puoi anche provare un bagno di sale, che viene spiegato più dettagliatamente di seguito. L’idropisia non è molto contagiosa per altri pesci, ma potrebbe essere utile mettere in quarantena qualsiasi pesce infetto da qualsiasi tipo di infezione batterica. Ich (Ichthyophtirius)- alias: Malattia della macchia biancaSintomi: sembra che i granuli di sale si trovino sul corpo del pesce con una maggiore concentrazione sopra e intorno alle pinne. Le macchie sono bianche e sono sollevate dal corpo/pinne del pesce. Trattamento: il prurito è solitamente causato dalla scarsa qualità dell’acqua. È anche comune nei nuovi acquari e quando vengono introdotti nuovi pesci. C’è una moltitudine di modi per liberarlo dal tuo acquario, anche se deve essere fatto rapidamente poiché è contagioso per altri pesci. La maggior parte dei negozi di articoli per animali ha farmaci che puoi usare per minacciare l’acqua, tutti con vari gradi di efficacia. Quando usi i farmaci, assicurati di rimuovere il filtro a carbone poiché assorbirà il farmaco. Setticemia emorragicaSintomi: alcuni pesci non mostrano sintomi esterni, ma quelli che lo fanno possono mostrare segni di piaghe aperte; lividi agli occhi, alla pelle, alle branchie e alle pinne; occhi sporgenti; addome gonfio; ed emorragia degli organi interni. I pesci infetti possono anche mostrare segni di comportamento anomalo. Trattamento: questa malattia è causata da un virus chiamato virus della setticemia emorragica virale (VHSV) e si diffonde attraverso il contatto con pesci infetti. Sfortunatamente, non esiste una cura per questa condizione, ma a volte le infezioni secondarie possono essere trattate con antibiotici. Fin RotSintomi: abbastanza autoesplicativo. Le pinne dei tuoi pesci sembrano marcire. Il pesce normalmente giace sul fondo dell’acquario e sembra visibilmente malato, muovendosi molto poco. È contagioso per altri pesci nel serbatoio e si verifica comunemente quando un pesce ha una sorta di altra infezione come Ich o Cotton Wool. Trattamento: la putrefazione delle pinne è causata da un numero qualsiasi di batteri e di solito inizia quando un pesce è stressato. Innanzitutto, controlla i livelli dell’acqua in quanto potrebbe essere un’indicazione del motivo per cui i pesci si stressano in primo luogo. Tratta la tua acqua in base ai livelli dell’acqua. Successivamente, acquista farmaci efficaci contro gli organismi negativi. Il tuo fornitore locale di articoli per animali domestici sarà in grado di indirizzarti verso un antibiotico adatto. Ricordati di rimuovere qualsiasi filtro a carbone prima di usare il farmaco perché il carbone assorbirà il farmaco. Si ritiene che anche il marciume adatto sia un sottoprodotto di una cattiva alimentazione, quindi assicurati di mantenere i tuoi pesci su una dieta nutrizionale, ma non sovralimentarli.

Leggi anche  ALLEVAMENTO DI PESCE D'ACQUA DOLCE

Cotton Wool – alias: Fish FungusSintomi: i pesci avranno escrescenze simili a cotone sul corpo, sulla bocca o sulle pinne. È molto simile all’aspetto del fungo. È contagioso. Trattamento: come la putrefazione delle pinne, il cotone idrofilo di solito si verifica quando un pesce è stato stressato. È anche il risultato della bassa qualità dell’acqua. Il cotone idrofilo è causato da batteri ed è facilmente curabile attraverso i farmaci che si trovano comunemente nei negozi di articoli per animali. Cambi d’acqua regolari e una buona manutenzione generale dell’acquario aiuteranno anche a prevenire che il cotone idrofilo influisca sui tuoi pesci. È una buona idea mettere in quarantena i pesci colpiti dal cotone idrofilo in una “vasca ospedaliera” poiché è contagioso. Avvelenamento da ammoniacaSintomi: il pesce sembra avere le branchie rosse e infiammate e si troverà sulla superficie dell’acqua “senza fiato” per l’aria. Molto comuni sono i carri armati nuovi o molto popolati. Trattamento: i livelli di ammoniaca negli acquari aumentano quando i rifiuti organici iniziano a svilupparsi nell’acquario. L’avvelenamento da ammoniaca è facilmente prevenibile trattando l’acqua con uno qualsiasi dei numerosi prodotti per il trattamento dell’ammoniaca disponibili presso il tuo negozio di articoli per animali domestici. L’ammoniaca è anche un sottoprodotto di serbatoi sovrappopolati. Per serbatoi come questi, assicurarsi che il sistema di filtrazione funzioni alla massima efficienza ed eseguire cambi d’acqua costanti è un must. Se i tuoi pesci stanno soffrendo, effettua immediatamente un cambio d’acqua significativo (50% – 60%). Assicurati di aver trattato l’acqua prima di introdurla nel serbatoio. Continua i cambi d’acqua giornalieri finché i livelli di ammoniaca non tornano a livelli sicuri. Avvelenamento da nitriti/nitrati – alias: Malattia del sangue bruno e sindrome del nuovo acquarioSintomi: tutti i pesci nell’acquario sembrano pigri, persino immobili e si trovano appena sotto la superficie dell’acqua. Dopo aver testato l’acqua, si ottengono letture di alto livello di uno o di entrambi i nitriti/nitrati. Le branchie possono essere abbronzate o marroni e si muovono rapidamente come se il pesce respirasse a fatica. Trattamento: ogni volta che i livelli di ammoniaca nella tua vasca aumentano, puoi essere certo che presto seguiranno livelli elevati di nitriti. Quando il batterio ossida l’ammoniaca nell’acqua, il composto risultante diventa nitrito. È meno tossico dell’ammoniaca, ma comunque tossico. Quando il composto di nitrito si scompone ulteriormente, diventa nitrato. Quando i pesci sono esposti ad alti livelli di nitriti, il loro sistema immunitario si indebolisce, rendendoli più suscettibili ad altre malattie. Se non trattato, il pesce alla fine morirà.

Leggi anche  I WAFER DI ALGHE RENDERANNO L'ACQUA DEL MIO SERBATOIO NUVOLOSA?

Il nitrato è relativamente innocuo per i pesci e può essere rimosso attraverso l’assunzione di piante vive e cambi d’acqua regolari. I nitrati potrebbero non uccidere i pesci, ma livelli elevati possono creare una “fioritura biologica” che aumenta i livelli di materia biologica nell’acqua risultando in acqua molto torbida. Per abbassare i livelli di nitriti/nitrati effettuare un cambio d’acqua significativo (50% – 60%) e aumentare l’aerazione del serbatoio. Inoltre, aggiungi 50 mg di sale cloruro o sale da acquario per 1 litro d’acqua nel tuo acquario. A questo livello, il sale sarà innocuo per il pesce. I successivi cambi d’acqua rimuoveranno il sale dall’acqua. Monitorare i livelli di nitriti/nitrati ed eseguire trattamenti appropriati finché i livelli non sono scesi in una zona sicura. Un bagno di sale è un metodo molto efficace per curare molte delle malattie batteriche sopra menzionate. Il sale è efficace nell’aiutare a combattere batteri e parassiti e può aumentare notevolmente le possibilità di sopravvivenza dei tuoi pesci. I bagni di sale sono piuttosto semplici da eseguire seguendo i passaggi seguenti.
1. Pulisci un piccolo secchio 2. Nel secchio, metti 4 cucchiai di sale per acquari. 3. Aggiungere 1 litro di acqua dell’acquario, agitandola per sciogliere il sale. 4. Una volta che il sale è completamente sciolto, metti il ​​pesce nel secchio per 5-30 minuti. 5. Guarda il pesce da vicino durante il bagno. Se mostra segni di angoscia, rimettilo nella sua tanica originale. Cura preventiva Come per la tua salute, la cura preventiva è sempre raccomandata per mantenere i pesci sani e prosperi. La maggior parte delle malattie delle acque dolci sono causate dalla scarsa qualità dell’acqua e dalla generale negligenza dei proprietari. Altre cause comuni di malattie dei pesci d’acquario includono batteri patogeni e parassiti che entrano nell’acquario o una dieta di scarsa qualità. Ci sono molti fattori che contribuiscono a mantenere in salute i tuoi pesci e, viceversa, molti fattori che possono contribuire a farli ammalare. Come avrai imparato dagli articoli precedenti, se i tuoi pesci sono stressati sono molto più suscettibili allo sviluppo di malattie. Ogni appassionato di acquari d’acqua dolce dovrebbe imparare a riconoscere i segni di stress nei pesci in modo che possano rimediare rapidamente a qualsiasi problema con l’acquario prima che i loro pesci si ammalino. Ci sono molte altre cose che puoi fare per mantenere i tuoi pesci felici e sani. Mantieni il tuo serbatoio libero da batteri nocivi effettuando cambi d’acqua costanti (dal 15% al ​​20% dell’acqua del serbatoio una volta alla settimana più un cambio d’acqua mensile del 25%). Dovresti anche eseguire la manutenzione del sistema di filtraggio quando necessario, sostituendo il supporto filtrante almeno una volta ogni tre o quattro settimane. Infine, mantieni i tuoi pesci sani dando loro una dieta varia e di alta qualità – dovresti anche assicurarti di dare ai tuoi pesci solo ciò che possono mangiare in meno di cinque minuti due volte al giorno. L’esecuzione di tutte queste attività aiuterà a mantenere sani e privi di malattie sia i pesci che l’ambiente dell’acquario. Se hai bisogno di maggiori informazioni su una particolare malattia, parlare con altri hobbisti è anche un ottimo modo per trovare il trattamento giusto per il tuo pesce malato. Fai domande agli altri membri della community nelle sezioni del forum (https://www./phpbb/index.php). E ricorda, il modo migliore per assicurarti che i tuoi pesci rimangano sani è eseguire attività di manutenzione ordinaria dell’acquario come i cambi d’acqua e mantenere i tuoi pesci adeguatamente nutriti, senza sovralimentazione. Nel soddisfare queste esigenze, i tuoi pesci saranno felici e sani e dovrebbero offrirti anni di divertimento.

Leggi anche  Profilo di specie di Jewel Cichlid

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Popular

More from author

Spotlight sul Wolf Cichlid

Il Wolf Cichlid è una specie grande e aggressiva ma crea un'opzione perfetta per un serbatoio di show. Continua a leggere per saperne...

Gli hobbyists dell’acquario aiutano a risparmiare 30 specie dall’estinzione

Il commercio di animali domestici ottiene un brutto rap per sfruttare gli animali selvatici ma a volte il contrario è vero. Gli hobbisti...

I sorprendenti benefici per la salute di un acquario domestico

in tempi stressanti, avere un acquario domestico potrebbe essere un vantaggio. Continua a leggere per conoscere i primi 6 benefici per la salute...

Acquario Pesce News: Bill ha introdotto per limitare la raccolta di pesci dell’acquario

L'industria dell'acquario dell'acqua salata prende milioni di pesci da oceani in tutto il mondo ogni anno. È stata introdotta una nuova fattura per...