SCEGLIERE UN SUBSTRATO PER ACQUARIO D’ACQUA DOLCE

Scopri i fattori che dovresti considerare quando scegli un substrato per il tuo acquario d’acqua dolce. Il materiale che usi per rivestire il fondo del tuo acquario è chiamato substrato. Il substrato che scegli può avere un impatto significativo sull’aspetto estetico del tuo acquario, nonché sulla salute dei tuoi pesci e delle piante vive. Ci sono quattro aspetti importanti del substrato che dovresti prendere in considerazione quando scegli quello giusto per te: dimensione delle particelle, colore, reattività con l’acqua e il suo effetto sui tuoi pesci. In questo articolo imparerai i vantaggi e gli svantaggi dei tipi di substrato più comuni riguardo a questi aspetti in modo da poter scegliere quello giusto per il tuo acquario. Dimensione delle particelle I substrati variano ampiamente in termini di dimensione delle particelle, dalle sabbie costituite da particelle molto piccole alle rocce di fiume più grandi. I substrati di particelle di grandi dimensioni consentono a più cibo e rifiuti non consumati di penetrare al suo interno, causando accumuli tossici se non puliti. I substrati di piccole particelle possono compattarsi, il che può portare ad aree prive di ossigeno. Queste aree possono eventualmente rilasciare idrogeno solforato, una sostanza estremamente tossica per i pesci. La dimensione delle particelle ha anche un grande impatto sulla salute del pesce e sulla facilità di pulizia. Ad esempio, ad alcuni pesci piace raccogliere il substrato in bocca e spostarlo. Non è una buona idea mescolare queste specie con la sabbia perché le piccole particelle possono irritarle. La sabbia può anche essere un po’ difficile da pulire poiché le piccole particelle spesso vengono aspirate dal serbatoio insieme ai rifiuti. D’altra parte, alcuni pesci si divertono a fare nidi o case con il substrato e in questi casi, le dimensioni delle particelle di grandi dimensioni non favoriscono questa abitudine. Come puoi vedere, è importante ricercare le esigenze specifiche dei tuoi pesci quando si considera la dimensione delle particelle appropriata.

Colore

Quando si tratta di scegliere un colore del substrato, hai molte opzioni tra cui scegliere, dal substrato colorato al neon ai colori naturali. Il colore del supporto è una scelta molto personale, quindi scegli quello che ti piace di più. Molte persone amano vedere la ghiaia rosa brillante, mentre altri si rabbrividiscono al pensiero di un substrato dall’aspetto così innaturale. Un uso comune del colore di un substrato è quello di migliorare il colore del pesce. I colori più scuri tendono a far sembrare brillante un pesce di colore chiaro. D’altra parte, un substrato di colore chiaro può lavare via questi stessi pesci, ma può anche far risaltare i pesci di colore scuro. Un substrato troppo scuro può ridurre l’aspetto del serbatoio in modo simile a dipingere una stanza della tua casa con un colore scuro. Per questo motivo, alcune persone usano un substrato di colore più chiaro per rendere l’acquario più aperto e luminoso. Potresti anche prendere in considerazione l’aspetto che avrà il substrato una volta che si sarà sporcato. Il substrato di colore brunastro tende a nascondere i rifiuti di pesce più del substrato bianco, per esempio.

Leggi anche  COME FARE IL PROPRIO FILTRO IN SPUGNA

Reattività con l’acqua

Alcune specie di pesci richiedono determinati parametri dell’acqua. Ad esempio, molti ciclidi africani preferiscono un pH più alto. Un modo per aumentare il pH nel tuo acquario è usare un substrato che tamponi l’acqua (ad esempio, corallo schiacciato). Questo è il motivo per cui vedi così tanti acquari di ciclidi africani che usano il corallo frantumato come substrato. Il muschio di torba, d’altra parte, ha l’effetto esattamente opposto: abbassa il pH. Questo è un bene per le specie di pesci come il pesce angelo che richiedono un livello di pH più basso nel serbatoio.

Impatto sui pesci

È importante considerare come il substrato che scegli avrà un impatto sui tuoi pesci. Non solo può reagire con l’acqua come discusso sopra, ma può anche danneggiare i tuoi pesci se, ad esempio, scegli trucioli di vetro con bordi taglienti come substrato. Inoltre, un substrato di colore molto chiaro a volte può spaventare i tuoi pesci, specialmente quando è combinato con un’illuminazione intensa. Ciò potrebbe farli nascondere e opacizzare il loro colore. Nel complesso, dovresti leggere dell’habitat naturale e del comportamento dei tuoi pesci. Quindi puoi trovare un buon equilibrio tra ciò che è piacevole per i tuoi occhi e ciò che piace ai tuoi pesci.

Scelte di substrato specifico

Ora che abbiamo discusso su come scegliere il substrato in generale, esamineremo alcuni dei substrati più comuni: Nessun substrato Anche se questa potrebbe non essere la scelta più bella, ha uno scopo. Molte vasche di allevamento, vasche ospedaliere e vasche utilizzate per allevare gli avannotti utilizzano un fondo nudo. Rende facile catturare i pesci, è facile da abbattere ed è molto facile da pulire. Tuttavia, un ovvio svantaggio è che non c’è nulla che nasconda i rifiuti e il cibo non consumato. Può anche essere stressante pescare abituati a scavare. In alcuni casi, i pesci si spaventano per il loro stesso riflesso, quindi è saggio non usare un acquario a fondo nudo a meno che tu non abbia una ragione specifica per farlo. Ghiaia La ghiaia è di gran lunga il substrato più comune utilizzato nell’hobby ed è il più favorevole a coltivare un aspetto “naturale” nel tuo acquario. La ghiaia è disponibile in una moltitudine di colori ed è spesso preferita dai bambini piccoli proprio per questo motivo. Inoltre è disponibile in varie dimensioni delle particelle. Dimensioni della ghiaia più grandi possono consentire la penetrazione di una grande quantità di rifiuti rendendo difficile la pulizia dell’acquario. Questo è uno dei motivi per cui molti acquariofili preferiscono la ghiaia a grana più piccola. È anche importante non acquistare ghiaia con bordi taglienti, soprattutto se hai pesci che scavano o setacciano il substrato. Il substrato potrebbe anche non essere la scelta migliore se hai del pesce gatto nel tuo acquario: poiché non hanno squame, la loro pelle può essere danneggiata dal substrato ruvido. Sabbia La sabbia è un substrato molto bello. Ci sono molti tipi di sabbia che possono essere usati, dalla sabbia da gioco alla sabbia lunare di Tahiti nera. La sabbia leggermente colorata brilla davvero in un acquario e la sabbia in generale dà un aspetto molto liscio al tuo acquario. Anche i pesci con bilancieri delicati (come il pesce gatto corydoras) preferiscono la sabbia alla ghiaia. La sabbia ha anche diversi aspetti che possono renderla un substrato difficile con cui lavorare. Il problema più evidente è che di solito ha granulometrie molto fini. Spesso è così bello che finirai per travasare una buona quantità di acqua con l’acqua quando aspiri il serbatoio. Questo problema può essere risolto in due modi. Innanzitutto, puoi semplicemente sostituire la sabbia nel tempo. In secondo luogo, i detriti tenderanno a sedersi sulla sabbia a causa delle sue piccole dimensioni delle particelle. Puoi, quindi, sifonare i rifiuti dalla parte superiore della sabbia tenendo il sifone a un paio di centimetri sopra la superficie della sabbia (anche se dovresti disturbare leggermente la sabbia in modo che non diventi anaerobica e nera).
Devi stare attento con la scelta del filtro se scegli la sabbia. Se si disturba troppo il fondo e si lancia sabbia su tutto il serbatoio, le particelle di sabbia possono rimanere intrappolate nel filtro. Prestare attenzione durante la pulizia o la riorganizzazione del serbatoio per questo motivo. Inoltre, i filtri sotto la ghiaia generalmente non possono essere utilizzati con la sabbia. L’altro problema (e ironia della sorte, la proprietà della sabbia che la rende così bella) è che è tipicamente di colore chiaro. Sporcizia e rifiuti si manifestano davvero nella sabbia di colore chiaro. Chiunque abbia mai visto un serbatoio con fondo di sabbia che non è stato aspirato da un po’ può attestarlo. La sabbia è anche suscettibile alla compattazione. Questo lo rende una scelta sbagliata per un acquario con piante poiché le radici possono avere difficoltà a penetrare in questo substrato compattato. Se decidi di mescolare piante e sabbia (di nuovo, sconsigliato), almeno mescola accuratamente la sabbia di tanto in tanto per evitare che si compatta. Corallo schiacciato Come discusso sopra, il corallo schiacciato aumenta il pH nell’acquario. Pertanto, non è una buona scelta per i pesci che preferiscono l’acqua con un pH da basso a neutro. È perfetto, tuttavia, per pesci come i ciclidi africani. Dà anche una “sensazione” di acqua salata a un acquario d’acqua dolce. Se hai bisogno del tampone fornito dal corallo schiacciato, ma i tuoi pesci preferiscono la sabbia, puoi usare la sabbia corallina come substrato. Un grosso problema con il corallo frantumato riguarda la sua colorazione chiara che ancora una volta non nasconde sporco e detriti. Questo può essere risolto aspirando frequentemente.

Leggi anche  CONSIGLI PER AQUASCAPING UNA SERBATOIO PER GRANDI PESCI D'ACQUA DOLCE

E se hai piante?

Questo è un argomento a sé perché il tipo di substrato che scegli per un acquario piantumato è influenzato da molti fattori. Devi considerare se il substrato può essere penetrato dalle radici delle piante e se fornirà un supporto sufficiente per le piante stesse. Il substrato in un acquario piantumato deve anche fornire sostanze nutritive per le piante vive in modo che possano crescere e prosperare. Consultare l’elenco degli articoli su www. e leggi l’articolo sulla scelta di un substrato per il tuo acquario con piante. Per un’idea generale delle opzioni di substrato del serbatoio piantato, fare riferimento a questo elenco: EcoComplete – contiene tutti i nutrienti minerali necessari alle piante per prosperare e crescere; Fluorite dall’aspetto naturale e di lunga durata – substrato a base di argilla ad alto contenuto di ferro; sconsigliato per piante con radici delicate Laterite – substrato a base di argilla che può assorbire e immagazzinare i nutrienti; può annebbiare l’acqua del serbatoio Aquasoil – fatta di grani tondi per consentire la circolazione; funge da filtro passivo; molte opzioni disponibili Sabbia – sembra naturale, poco costoso; può essere combinato con altri substrati in strati Potting Soil – economico e naturale; può compattarsi e causare problemi di circolazione

Conclusione

La bellezza di coltivare un acquario d’acqua dolce è che hai così tante opzioni per la personalizzazione. Non solo puoi scegliere la dimensione e la forma del tuo acquario, ma puoi anche scegliere cosa c’è dentro – questo include tutto, dai tuoi pesci e decorazioni al tipo di substrato che usi per rivestire il fondo del serbatoio. È importante ricercare a fondo le esigenze dei tuoi pesci in modo da poter scegliere un substrato che corrisponda alle loro esigenze ma che comunque ti sembri piacevole. Fare riferimento a questo articolo ti permetterà di considerare i punti importanti associati alla selezione del substrato del tuo acquario e ti condurrà verso una scelta che tu e i tuoi pesci potete godervi per anni.

Leggi anche  Affrontare gli Shimmies nei portatori vivi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Popular

More from author

Spotlight sul Wolf Cichlid

Il Wolf Cichlid è una specie grande e aggressiva ma crea un'opzione perfetta per un serbatoio di show. Continua a leggere per saperne...

Gli hobbyists dell’acquario aiutano a risparmiare 30 specie dall’estinzione

Il commercio di animali domestici ottiene un brutto rap per sfruttare gli animali selvatici ma a volte il contrario è vero. Gli hobbisti...

I sorprendenti benefici per la salute di un acquario domestico

in tempi stressanti, avere un acquario domestico potrebbe essere un vantaggio. Continua a leggere per conoscere i primi 6 benefici per la salute...

Acquario Pesce News: Bill ha introdotto per limitare la raccolta di pesci dell’acquario

L'industria dell'acquario dell'acqua salata prende milioni di pesci da oceani in tutto il mondo ogni anno. È stata introdotta una nuova fattura per...