SUGGERIMENTI PER RILEVARE SEGNI DI DISTRUZIONE NEI TUOI PESCI PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI

Quando vedi segni di stress nei tuoi pesci, puoi prendere provvedimenti per identificare la fonte di quello stress e quindi risolverlo prima che diventi un grosso problema. Continua a leggere per scoprire cosa causa disagio nei pesci d’acquario, i segni di stress e i modi corretti per affrontarlo. Nella tua vita quotidiana, lo stress è qualcosa a cui sei abituato, qualcosa che potresti persino aspettarti. Tra le responsabilità sul lavoro, le faccende domestiche e tutto il resto, lo stress è una costante per molte persone. Anche se potresti essere abituato a lavorare a un livello di stress elevato, i tuoi pesci non lo sono. I pesci d’acquario possono essere stressati da un numero qualsiasi di cose che vanno dalla scarsa qualità dell’acqua alle malattie ai cambiamenti nei parametri del serbatoio. In alcuni casi, un lieve stress è qualcosa da cui il tuo pesce d’acquario può riprendersi ma, in molti casi, è un segno precoce di qualcosa che può diventare un grave problema. Per mantenere la salute dei tuoi pesci d’acquario, devi imparare a identificare i segni di angoscia. Quando vedi segni di stress nei tuoi pesci, puoi quindi prendere provvedimenti per identificare la fonte di quello stress e quindi risolverlo prima che diventi un grosso problema. Continua a leggere per scoprire cosa causa disagio nei pesci d’acquario, i segni di stress e i modi corretti per affrontarlo.

Che cos’è lo stress, comunque?

Nella tua vita, potresti avere familiarità con lo stress come risposta “combatti o fuggi” del tuo corpo. Quando ti imbatti in una situazione stressante o pericolosa, i meccanismi di sopravvivenza del tuo corpo si attivano. Il tuo corpo inizia a produrre alcuni ormoni come il cortisolo e l’adrenalina che aumentano le funzioni essenziali (come la frequenza cardiaca e la respirazione) mentre inviano le funzioni non essenziali in secondo piano. Mentre il tuo cuore batte più velocemente e la tua frequenza respiratoria aumenta, il tuo corpo è pronto a combattere contro la minaccia o a ritirarsi da essa. Lo stress nei pesci d’acquario è leggermente diverso, sebbene sia ancora una risposta fisiologica. Alla base di esso, lo stress è qualsiasi condizione che provochi disagio mentale o fisico e che inneschi una risposta fisiologica. Quando i tuoi pesci sono stressati, gli effetti a breve termine includono aumento della frequenza cardiaca, pressione sanguigna e respirazione. Sfortunatamente, i pesci d’acquario possono mantenere questo stato elevato solo per così tanto tempo prima che inizi a drenare su di loro. Lo stress cronico può avere un impatto sulla crescita, la digestione e la riproduzione – può anche inibire la risposta immunitaria del pesce e la sua capacità di combattere le infezioni.

Quali sono le cause dello stress nei pesci d’acquario?

Ora che hai una migliore comprensione di cosa sia realmente lo stress, potresti chiederti cosa potrebbe causare lo stress dei tuoi pesci. Ci sono molti potenziali fattori di stress, ma alcuni dei più comuni includono quanto segue:

· Elevati livelli di ammoniaca · Elevati livelli di nitrati · pH dell’acqua della vasca non corretto · Temperatura della vasca fluttuante · Livello di salinità inadeguato · Livello di ossigeno basso · Mancanza di nascondigli nella vasca · Molestie da parte di altri pesci · Vasca di dimensioni adeguate · Troppi pesci nella vasca serbatoio · Uso eccessivo di farmaci · Cattiva alimentazione · Cambiamenti improvvisi nella chimica dell’acqua · Uso improprio dei trattamenti dell’acqua

Diamo un’occhiata più da vicino ad alcune di queste cause ma, mentre lo facciamo, tieni presente che i tuoi pesci d’acquario potrebbero non essere sempre evidenti quando sono angosciati. La maggior parte degli animali tende a nascondere il proprio dolore perché è un segno di debolezza che potrebbe renderli vulnerabili a un predatore. Poiché i segni di stress potrebbero non essere sempre evidenti, devi passare abbastanza tempo ad osservare i tuoi pesci da sviluppare una comprensione di quale tipo di comportamento è normale per loro – se noti un cambiamento improvviso in quel comportamento, è una buona indicazione che qualcosa non va. Ecco alcuni segni di stress nei pesci:

Leggi anche  Sai cosa stai alimentando il tuo pesce?

· Nuoto rapido · Comportamento letargico · Diminuzione dell’appetito · Cambiamento di colore · Perdita di condizione · Movimento rapido delle branchie · Nascondersi · Ansimare in superficie

Ora, rivisitiamo le cause dello stress per capire meglio come queste cose possono influenzare gli abitanti della vasca e quali sintomi specifici potrebbero causare.

Cambiamenti nella chimica dell’acqua Mantenere un’elevata qualità dell’acqua in un acquario è della massima importanza: se l’acqua diventa troppo sporca o troppo carica di tossine, avrà un effetto negativo sui tuoi pesci. Alcuni dei componenti più importanti della chimica dell’acqua in un acquario sono i livelli di ammoniaca, nitriti e nitrati. Come forse saprai, queste sostanze chimiche sono sottoprodotti del ciclo dell’azoto: quando i batteri benefici abbattono i rifiuti nel serbatoio, l’ammoniaca è un sottoprodotto. Quindi i batteri convertono l’ammoniaca in nitrito e poi in nitrato, che è meno dannoso dell’ammoniaca ma comunque non fa bene ai tuoi pesci. Se non effettui cambi d’acqua regolari per rimuovere queste sostanze chimiche, potresti danneggiare i tuoi pesci.

Non solo può essere stressante per i tuoi pesci se la chimica dell’acqua nel tuo acquario diventa sbilanciata, ma qualsiasi cambiamento improvviso o significativo nella chimica dell’acqua può essere stressante. Ad esempio, se il pH nel tuo acquario rimane costantemente elevato (ma solo di poco), causerà stress cronico. Quando questi cambiamenti si verificano improvvisamente, porta a uno stress acuto. Alcune specie di pesci d’acquario sono abbastanza resistenti da adattarsi a tali cambiamenti, ma molte non lo sono. Se i cambiamenti si verificano una volta, potrebbe non essere un grosso problema ma, se le fluttuazioni si verificano su base giornaliera, è più probabile che tu veda cambiamenti nel comportamento.

Parametri del serbatoio errati

Oltre alla chimica dell’acqua, ci sono anche altri parametri del serbatoio che devi tenere d’occhio. La temperatura del serbatoio, ad esempio, è molto importante. La temperatura ideale per il tuo acquario sarà determinata dal tipo di pesce che mantieni. È molto importante che tu faccia qualche ricerca prima di rifornire il tuo acquario per assicurarti di poter soddisfare l’ambiente dell’acquario in base alle esigenze dei tuoi pesci. Devi anche assicurarti che tutti gli abitanti della tua vasca siano compatibili in termini di parametri della vasca. Se non hai i parametri giusti per cose come temperatura, durezza dell’acqua, pH, livelli di ossigeno e salinità, può essere molto stressante (e pericoloso) per i tuoi pesci.

Sebbene tecnicamente non sia un parametro dell’acquario, la dieta è un’altra cosa che può causare stress ai tuoi pesci. Molti appassionati di acquari alle prime armi non si rendono conto che diverse specie di pesci hanno esigenze nutrizionali diverse – spesso non si rendono conto che alcuni pesci sono erbivori e altri carnivori. È importante che tu prenda il tempo necessario per conoscere le esigenze nutrizionali dei tuoi pesci e poi prendi provvedimenti per soddisfarle. Non dar loro da mangiare solo cibo in scaglie o pellet generico: i pesci d’acquario richiedono una dieta variata per prosperare. Quindi, scopri di che tipo di dieta ha bisogno il tuo pesce e poi fornisci loro una varietà di alimenti all’interno di quella dieta.

Cambiamenti nell’ambiente

Non solo i problemi di chimica dell’acqua e altri parametri dell’acquario possono causare stress ai pesci, ma anche i cambiamenti nell’ambiente dell’acquario stesso. Una delle cause ambientali più comuni di stress per i pesci è la molestia da parte di altri compagni di vasca. Questo è più probabile che sia un problema se tieni pesci semi-aggressivi o aggressivi in ​​un acquario con specie pacifiche. Può anche essere un problema se hai più di un maschio della stessa specie o di un colore/schema simile.

Un altro problema con l’ambiente dell’acquario che può essere stressante per i pesci è la mancanza di nascondigli o spazi per nuotare inadeguati. I pesci timidi hanno bisogno di nascondigli nell’acquario per sentirsi al sicuro e le specie più attive hanno bisogno di molto spazio per nuotare. Se queste esigenze non vengono soddisfatte, il pesce può stressarsi e ciò può portare a malattie e altri problemi. Potresti anche avere problemi se il tuo acquario è sovraffollato con troppi pesci o con specie non compatibili.

Leggi anche  Farmaci di pesce dell'acquario - fare o no?

Oltre a queste cause di stress, l’intero processo di trasferimento da una vasca di allevamento al proprio acquario può essere molto stressante. Se acquisti i tuoi pesci da un negozio di animali, sono già stati spediti e trasferiti una volta: quando li porti a casa e li metti nel tuo acquario, è un ulteriore livello di stress. Acquistare direttamente da un fornitore è un buon modo per ridurre al minimo lo stress perché eliminerai l’intermediario e trasferirai il pesce solo una volta.

Una parola sullo stress contro la malattia

Prima di passare ai modi in cui dovresti gestire lo stress nei pesci d’acquario, è importante dedicare del tempo a parlare della differenza tra stress e malattia nei pesci d’acquario. Se fai riferimento all’elenco fornito sopra dei segni di stress, potresti scoprire che alcune delle cose in quell’elenco si allineano con i sintomi delle comuni malattie dei pesci. È importante riconoscere che la malattia può causare stress ai tuoi pesci, ma se i tuoi pesci mostrano segni di stress non significa necessariamente che abbiano qualche tipo di malattia.

Quando i tuoi pesci iniziano ad essere stressati, è una buona idea dare un’occhiata più da vicino per vedere se ci sono segni fisici di malattia o infortunio. Dai un’occhiata più da vicino alle branchie del pesce: si muovono troppo velocemente o sembrano infiammate? E le pinne: sono lacere e strappate? Vedi macchie bianche o escrescenze sfocate sul corpo o sulle pinne del pesce? Il pesce ha perso peso o ha sviluppato un aspetto malsano? Porsi queste domande può aiutarti a determinare se i tuoi pesci sono malati o se qualcosa nell’acquario li sta causando stress. Se pensi che i tuoi pesci siano malati, dovrai scavare per scoprire di cosa sono malati e come trattarli.

Come gestire lo stress nei pesci d’acquario

Sfortunatamente, non è realistico pensare di poter eliminare tutte le fonti di stress dal tuo acquario. Ogni specie di pesce nel tuo acquario ha esigenze leggermente diverse, quindi può essere difficile coltivare un ambiente che funzioni perfettamente per tutto. Questo è il motivo per cui è così importante fare le tue ricerche prima di impostare il tuo acquario: più comprendi le esigenze degli abitanti dell’acquario, meglio puoi soddisfare l’ambiente dell’acquario per soddisfare le loro esigenze. Una volta che hai impostato il tuo serbatoio, tutto ciò che devi fare è mantenere quei parametri il più stabili possibile.

Quando si tratta di affrontare lo stress nei pesci d’acquario, il primo passo è identificare la causa. Se lo stress è acuto (improvviso), dovrebbe essere abbastanza facile identificare la causa: potresti aver aggiunto qualcosa al serbatoio o apportato qualche tipo di modifica che ha precipitato il problema. Se riesci a stabilire che lo stress è cronico, identificare il problema potrebbe essere un po’ più complicato. Il miglior punto di partenza è testare l’acqua del tuo acquario: puoi acquistare i kit per il test dell’acqua dell’acquario online o presso il tuo negozio di animali locale. Tutto ciò di cui hai bisogno è un campione dell’acqua del tuo serbatoio e alcune strisce reattive di carta. Immergi la striscia nell’acqua, quindi confronta il colore con la tabella inclusa nel kit. Quindi, prendi i risultati e confrontali con l’intervallo normale per il tuo serbatoio.

Se i risultati del test dell’acqua dell’acquario sono normali, potrebbe essere necessario cercare altrove i segni di stress. Fai un passo indietro e guarda il tuo serbatoio nel suo insieme. Tutta la tua attrezzatura funziona correttamente? I pesci sembrano avere abbastanza spazio per nuotare o la vasca è sovraffollata? Ci sono fattori esterni che potrebbero influenzare i tuoi pesci come la luce solare diretta da una finestra o una corrente d’aria da una porta vicina? Prendi in considerazione tutti i dettagli del tuo acquario e considera che tipo di effetto potrebbero avere sui tuoi pesci. Se ancora non riesci a identificare potenziali problemi, potresti semplicemente aspettare un giorno o due per vedere se le cose migliorano da sole.

Leggi anche  Cosa devi sapere su Acquari all-in-one

Un altro modo semplice per ridurre al minimo lo stress nel tuo acquario è mantenere i tuoi pesci il più sani possibile. Oltre a mantenere la giusta composizione chimica dell’acqua e altri parametri dell’acquario, la dieta che dai ai tuoi pesci gioca un ruolo importante nel mantenere i tuoi pesci sani. Ancora una volta, dovrai sapere esattamente di quale tipo di dieta ha bisogno il tuo pesce e quindi assicurarti di provvedere a tali esigenze. In genere è meglio scegliere una dieta di base di alta qualità come un cibo in scaglie o pellet adatto a erbivori o carnivori. Da lì dovresti aggiungere alimenti supplementari per varietà: cibi freschi, congelati e liofilizzati. Tieni presente che questi alimenti possono essere molto ricchi, quindi usali solo occasionalmente per integrare la dieta di base.

Suggerimenti per mantenere la stabilità nel serbatoio

Il modo migliore per ridurre al minimo lo stress nel tuo acquario è mantenere il tuo acquario il più stabile e coerente possibile. Ancora una volta, impostare correttamente il serbatoio in primo luogo è estremamente importante: se sei in grado di ottenere i giusti parametri del serbatoio all’inizio, tutto ciò che devi fare è mantenerli. Una delle cose migliori che puoi fare per mantenere la stabilità nel tuo acquario è eseguire cambi d’acqua settimanali e test dell’acqua.

Quando esegui il cambio dell’acqua, assicurati di utilizzare un aspirapolvere per ghiaia per rimuovere i detriti accumulati dal substrato nel tuo serbatoio – se non lo fai, potrebbe finire per influenzare la qualità dell’acqua e la chimica dell’acqua. Quindi, quando ricarichi il serbatoio, assicurati che la temperatura dell’acqua corrisponda a quella dell’acqua nel serbatoio e non dimenticare di trattarlo per rimuovere il cloro. Se vuoi eliminare qualsiasi rischio di scioccare i tuoi pesci con il cambio improvviso dell’acqua, puoi impostare un sistema di gocciolamento per riempire il serbatoio.

Oltre a eseguire frequenti cambi d’acqua, si consigliano anche test dell’acqua settimanali. Quando esegui il test ogni settimana, annota i risultati su un quaderno e tienilo vicino alla tua vasca. Ogni settimana, confronta i risultati del tuo nuovo test con i risultati delle ultime settimane per assicurarti che non ci siano cambiamenti significativi. Dopo un mese o due, avrai stabilito una linea di base per il tuo acquario. Se i tuoi pesci iniziano improvvisamente a mostrare segni di stress, sarai in grado di eseguire un test dell’acqua e confrontare i risultati con quella linea di base: se sei fortunato, il problema diventerà evidente in base a quei risultati.

Un altro punto importante da menzionare quando si tratta di ridurre lo stress e mantenere la stabilità nella vasca è l’uso di prodotti per il trattamento dell’acqua. Se i tuoi pesci si ammalano, potresti trovare farmaci progettati specificamente per il trattamento di quella malattia. Tuttavia, devi stare molto attento quando usi qualsiasi prodotto nel tuo acquario, perché non sai quali effetti collaterali potrebbero causare. Ad esempio, se i tuoi pesci si ammalano, vorrai trattare l’intero acquario, ma il farmaco che scegli potrebbe alterare alcuni aspetti della chimica dell’acqua del tuo acquario. Dovrai anche rimuovere il materiale filtrante chimico dal filtro del serbatoio: ciò potrebbe influire sulla qualità dell’acqua. Pensa sempre attentamente prima di usare qualsiasi cosa per trattare l’acqua del tuo acquario.

Mantenere un acquario sano e prospero può essere un duro lavoro a volte, ma alla fine ne vale la pena. Dopotutto, niente è paragonabile alla bellezza di un acquario ben fornito e adeguatamente mantenuto.

Popular

More from author

Spotlight sul Wolf Cichlid

Il Wolf Cichlid è una specie grande e aggressiva ma crea un'opzione perfetta per un serbatoio di show. Continua a leggere per saperne...

Gli hobbyists dell’acquario aiutano a risparmiare 30 specie dall’estinzione

Il commercio di animali domestici ottiene un brutto rap per sfruttare gli animali selvatici ma a volte il contrario è vero. Gli hobbisti...

I sorprendenti benefici per la salute di un acquario domestico

in tempi stressanti, avere un acquario domestico potrebbe essere un vantaggio. Continua a leggere per conoscere i primi 6 benefici per la salute...

Acquario Pesce News: Bill ha introdotto per limitare la raccolta di pesci dell’acquario

L'industria dell'acquario dell'acqua salata prende milioni di pesci da oceani in tutto il mondo ogni anno. È stata introdotta una nuova fattura per...